Il sito TG-News24.com e le pagine Facebook

Ho deciso che dal 23 gennaio 2018 il mio blog non avrà più banner pubblicitari e sarà sostenuto dalle vostre donazioni che potete inviare qui: https://www.paypal.me/DavidPuenteit

Per questo articolo ho avviato un’iniziativa in diretta con gli utenti via Twitter e Facebook.

Fiamma Nazionale, il “Movimento Risorgimento Sociale Italiano” guidato dall’udinese Stefano Salmé, aveva condiviso il 29 ottobre 2017 la bufala di Cecile Kyenge contro i mercatini di Natale pubblicata nel 2016 dal sito Adessobasta.org. Lo stesso giorno della condivisione un sito chiamato Reattivonews, testata giornalistica online registrata al Tribunale di Palmi, aveva riproposto la bufala ottenendo oltre 25 mila condivisioni Facebook. Dopo che l’eurodeputata aveva annunciato di procedere per vie legali l’articolo venne rimosso, ma la bufala tornò a circolare pesantemente il 25 novembre 2017 dal sito TG-news24.com condiviso nuovamente da Fiamma Nazionale e da pagine come “Viva il Fascismo“.

La bufala condivisa due volte dal partito politico italiano “Fiamma Nazionale”

Il 17 febbraio 2018 Debora Serracchiani pubblicò un post Facebook di denuncia contro un articolo pubblicato dal sito TG-News24:

Circola in rete l’ennesimo articolo falso e diffamatorio. Il sito di fake news tg-news24. com ha pubblicato il video di un mio intervento in consiglio regionale del 2016, durante il quale ho pianto, spacciandolo per un video in cui piango per la mia condizione economica. In poche ore una notizia senza alcun fondamento ha superato le 2.000 condivisioni diffondendo nel web il venticello della calunnia. Mi dicono di farci l’abitudine ma io non mi rassegno. Il web è e deve continuare ad essere uno spazio libero di confronto, informazione e dibattito. In Parlamento anche questo sarà #ilmioimpegno.

La registrazione del dominio TG-news24.com è anonima, non c’è nessun riferimento visibile che faccia comprendere l’identità del proprietario e dell’autore degli articoli. Non ci sono codici Adsense o Analytics utili per collegarlo ad altre realtà, inoltre il sito sarebbe ospitato in un server danese che controlla altri 3000 domini. Non c’è nemmeno in chiaro il riferimento all’informativa sul trattamento dei dati personali, trovandosi in pieno stato di illegalità (“il Garante è dietro la porta e le fragole sono mature“). Tuttavia, effettuando una ricerca nel sito digitando “privacy” troviamo la pagina corrispettiva e alcune informazioni interessanti:

Chiunque dovesse avere dubbi riguardanti il rispetto della politica per la tutela della privacy adottata da tg-news24 , la sua applicazione, l’accuratezza dei tuoi dati personali o l’utilizzo delle informazioni raccolte può contattarci tramite e-mail all’indirizzo poldo-90@hotmail.it

Al suo interno c’è un indirizzo email, “poldo-90@hotmail.it“, che ritrovo in altre realtà come la pagina Facebook “Italiani uniti per la patria“:

Risulta l’email ufficiale della pagina “Italiani uniti per la patria”

Nel sito di riferimento della pagina, “Italianiunitiperlapatria.com“, troviamo la stessa email nella pagina relativa al trattamento dei dati personali:

Anche in questo caso compare la stessa email “poldo-90@hotmail.it

Che sia un caso di copia incolla? Probabile, ma andiamo oltre perché effettuando una richiesta di recupero della password di Facebook l’account associato risulta essere quello di un tal “Massimo Asciutto“:

Il risultato della richiesta

Effettuando qualche ricerca all’interno di alcuni gruppi Facebook dove è possibile incontrare visitatori interessanti a determinati contenuti, come “Salviamo L Italia” e “Tutto Movimento“, notiamo che Massimo aveva condiviso contenuti del sito TG-News24.com:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non solo, aveva fatto pubblicità a pagine Facebook come “Notizie 24h“, “L’Italia agli italiani” e “Italiani Veri“, quest’ultima la pagina Facebook linkata sul sito TG-News24.com come ufficiale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nell’area informazioni della pagina “Italiani Veri” leggiamo un dominio chiamato “Notiziarioonline360.com” che è stato registrato nel 2016. Sebbene risulti anonimo tramite un servizio di Whois Privacy, con una semplice ricerca dell’email “poldo-90@hotmail.it” con Google troviamo su Siteleaks.com troviamo un Whois in chiaro:

Registrant Name: Asciutto Massimo
Registrant Organization: notiziarioonline360.com
Registrant Street: **************
Registrant City: Taurianova
Registrant State/Province: RC
Registrant Postal Code: 89029
Registrant Country: IT
Registrant Phone: +***********************
Registrant Phone Ext:
Registrant Fax:
Registrant Fax Ext:
Registrant Email: poldo-90@hotmail.it

Su Twitter c’è un account “Italiani_VERI“.

L’account Twitter

Dallo stesso account ha condiviso anche Tg-news24.com (2):

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tra i link condivisi c’è anche il dominio Iloveitalia.net con la pagina “privacy” con la solita email:

La Privacy sul sito Iloveitalia.net con la stessa email “poldo-90@hotmail.it”

La bufala sulla Kyenge e i mercatini di Natale è ancora presente sul sito TG-news24.com, vediamo quanto dura.

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.