La provocazione francese nella giornata contro la violenza sulle donne

Dal 23 gennaio 2018 il mio blog non ha più banner pubblicitari e viene sostenuto dalle vostre donazioni che potete inviare qui: https://www.paypal.me/DavidPuenteit

Circola la foto di un curioso cartello stradale dove si inviterebbero uomini e donne a camminare separati in due corsie separate. A pubblicarlo online è stato l’account Instagram “bigcitylifenantes“:

Dans les rues de Nantes 🤔 Détail en story sur cette installation de la ville de Nantes #naoned #nantesegalite #nonauxviolencesfaitesauxfemmes #street #bigcitylife

Non viene fornita alcuna informazione a riguardo, ma tanto è bastato perché qualcuno si domandasse indignato di cosa si trattasse o sentenziando che vi fosse qualche sorta di “islamizzazione“.

Il cartello è composto da tre parti:

  • una in azzurro con l’icona maschile che indica l’area sinistra della strada;
  • una rossa con l’icona femminile;
  • una scritta sottostante “Zone d’experimentation” e il logo ufficiale “Ville de Nantes“.

Ora, ponetevi le seguenti domande:

  • se c’è questo obbligo sessista, come fa un uomo ad andare nel locale o nel negozio a destra e viceversa la donna a sinistra?
  • quella scritta”Zone d’experimentation” sta a significare che si tratta di un esperimento sociale?

A spiegarlo è l’account Twitter ufficiale “Ville de Nantes“:

Bonjour, il ne s’agit pas d’un hoax mais d’une action qui avait but d’interpeller les passantes et passants dans le cadre de la lutte contre les violences faites aux femmes et la journée internationale du 25 novembre. Restez connecté, la suite arrivera la semaine prochaine.

Si trattava di una sfida (o provocazione) fatta ai passanti, in un tweet successivo spiega come procederà:

Bonjour, il s’agissait d’un happening avec au final une explication auprès des passants. Le but est de montrer que la solution pour l’égalité F/H dans l’espace public n’est pas dans la séparation mais dans la mobilisation. Une vidéo montrera cette action la semaine prochaine.

Secondo gli organizzatori l’obiettivo è dimostrare che la soluzione non è la separazione, ma la mobilitazione. La sfida ai passanti prosegue con delle interviste per conoscere le loro reazioni e le loro opinioni, il tutto verrà successivamente montato in un unico video per raccontare l’esperienza del test.

 

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.