Il video dei presunti rifugiati musulmani che distruggono la Francia #JeSuisTaxi

MIA17 Nomination
Quest'anno risulto tra i candidati al premio Macchianera 2018. Per votare dovete lasciare la vostra preferenza ad almeno 10 categorie.

Noto alcune condivisioni di un video dove dei musulmani starebbero attaccando e colpendo delle auto in Francia:

“Queste sarebbero le famose risorse”, scrive Pier nella sua condivisione

Il video è stato pubblicato sul profilo Facebook di Javier Ros il 28 agosto 2018 ottenendo oltre 47 mila condivisioni e oltre 2 milioni di visualizzazioni:

“”Musulmanes ‘refugiados’ en Francia destruyendo Francia”” scrive Javier

Secondo l’utente Javier sarebbero musulmani rifugiati in Francia. Prove? Nessuna, solo il video trasmesso da un canale televisivo dove si sente solo l’audio ambientale dell’accaduto. Per spiegarvi di cosa si trattava dovete prima vedere questa foto con la scritta “Je suis taxi“:

Un cartello con scritto “Je suis taxi”

Si trattava di una protesta violenta contro Uber tenutasi a Parigi il 26 gennaio 2016. I violenti erano tassisti provenienti da Francia, Spagna e Belgio, non dei rifugiati musulmani. Ecco le foto:

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

In un articolo della BBC leggiamo che 20 tassisti sono stati arrestati per violenza e trasporto d’armi dalle autorità francesi:

At least 20 taxi drivers were arrested for “violence, carrying weapons and starting a fire”, police said. Some had set bonfires on the road before dawn.

Nel frattempo viene condiviso anche negli Stati Uniti:

Muslim refugees in France

Why we don’t want them in United States Of #America

Riportare video di questo genere in questa maniera non aiuta affatto a nessuno, gli utenti credono all’amico dell’amico che segue la pagina seguita dall’amico o che ha tanti “mi piace” e condividerà un video perché crede che non ci possono essere 40 mila creduloni che l’abbiano condiviso.

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.