Torna la bufala della droga Burundanga e la Guardia di Finanza di Reggio Emilia

Ho deciso che dal 23 gennaio 2018 il mio blog non avrà più banner pubblicitari e sarà sostenuto dalle vostre donazioni che potete inviare qui: https://www.paypal.me/DavidPuenteit

Il 28 gennaio 2018 la pagina Facebook “Avanti a testa alta” pubblica la seguente foto con la seguente raccomandazione:

Fate molta attenzione. Non accettate nulla da nessuno in caso avvertire le forze dell’ordine

Già condivisa nei giorni precedenti da altri utenti, si tratta di una vecchissima bufala già trattata da Snopes e poi da Paolo Attivissimo nel 2009, per poi vederla ricomparire in diverse versioni negli anni successivi. Paolo contattò l’indirizzo email citato nel documento (Rizzo.Raffaele2@Gdf.it):

Ho contattato l’indirizzo di mail citato, e ne ho ricevuto questa risposta: “questa mail ormai sono circa 4 mesi che circola, si tratta di un racconto “BUFALA” che girava sulla posta elettronica. Sicuramente è successo che è stata girata da me a qualche indirizzo, ed è stato fatto un copia/incolla dove poi è rimasto il mio indirizzo istituzionale. Comunque faccia la cortesia non la invii e cestini il tutto.” Suggerirei di fare altrettanto a chiunque la riceva.

[…]

A un anno di distanza dall’ultimo aggiornamento, l’appello ha ripreso a circolare in maniera molto vivace con la premessa “ARRIVA DIRETTAMENTE DALLA GUARDIA DI FINANZA DI REGGIO EMILIA” e sempre con le coordinate del Brigadiere Rizzo. Rispetto all’edizione precedente, dopo le parole “Questa droga si chiama BURUNDANGA” prosegue con questa precisazione: “ed è utilizzata da persone che vogliono colpire le vittime per rapinarle o violentarle Questa droga è più pericolosa delle normali droghe o sonniferi. Essa é trasmissibile su semplici carte. Attenzione, non accettate questi generi di biglietti da sconosciuti. Attenzione, queste persone fanno visite a domicilio lasciando i biglietti nella buca lettere o sotto la porta, restando in zona per poi aggredire le vittime, donne o uomini è indifferente.” Ma è e resta una bufala.

 

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.