Le foto dei fantomatici rapitori di bambini per vendere i loro organi

Ho deciso che dal 23 gennaio 2018 il mio blog non avrà più banner pubblicitari e sarà sostenuto dalle vostre donazioni che potete inviare qui: https://www.paypal.me/DavidPuenteit

Venerdì 26 gennaio alcuni profili e pagine Facebook avevano iniziato a diffondere foto segnaletiche di persone straniere accusate di essere rapitori di bambini per vendere i loro organi (1,2,3):

<3 vita <3 fai attenzione
ATTENZIONE !!! QUESTI BASTARDI RUBANO I BIMBI X VENDERE GLI ORGANI !!

Le foto circolavano già nel novembre 2016 in Argentina via Whatsapp, dove una catena di Sant’Antonio (compresa di messaggio audio) accusava gli uomini ritratti di rapimento e vendita di organi.  Ecco le foto che circolavano all’epoca:

Le foto che circolavano nel 2016

Ad ottobre dello stesso anno in alcuni siti messicani si sosteneva fossero stati arrestati con l’accusa di sequestro e violenza sessuale.

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.