Debunkami questa!!1! Il video del “portatore di cultura” che fa sesso con un’automobile

[Per chi arriva dal blog di Mistocolvitto lo invito a leggere qui: “Il vittimismo di Mistocolvitto“]

Provo tanta pena, ma proprio tanta, nei confronti di coloro che di fronte ad una “sbufalata” sgradita cercano altro materiale su fatti diversi per tentare di “affossarla“. Perché farlo? Che senso ha? Cambia la realtà del fatto smentito? Facendo un esempio (che reputo odioso), immaginate il caso in cui viene dimostrata l’innocenza di un napoletano erroneamente accusato di furto e la successiva reazione dei soliti noti che rispondono “non importa se è innocente, è un dato di fatto che i napoletani rubano ed ecco la prova” riportando un articolo di giornale di un furto avvenuto a Napoli (uno a caso, non importa, basta tirar fango ai napoletani). Non è così che si ragiona, è un atteggiamento estremamente infantile ed estremamente ridicolo.

@DavidPuente debunka anche questa! 😂😂😂😂

Veniamo però al caso nello specifico. Un utente (che aveva condiviso in precedenza una foto da me “sbufalata“) mi scrive un tweet dove mi “invita” a “debunkareun video pubblicato dall’account Twitter “MiStoColVitto‏“:

V.M. 18. Non ho voluto editarlo. E questi sarebbero i portatori di cultura?

Il video circola dal 2015 e venne citato da un articolo de Il Giornale dal titolo “Uomo ripreso dalle telecamere mentre fa sesso con un’automobile” dove leggiamo:

Fare sesso con un’automobile: deve essere sembrata un’ottima idea in mancanza di altri sfoghi all’uomo ripreso dalle telecamere in un video amatoriale, pubblicato sul sito LiveLeak e diventato in breve tempo virale in rete.

L’uomo, un cittadino brasiliano rimasto anonimo secondo quanto riportato dalla descrizione che accompagna il video, sarebbe stato colto in flagrante durante l’atto sessuale. Per niente disturbato dall’avventore dotato di telecamera, avrebbe poi continuato imperterrito per tutta la durata della ripresa. Dalle immagini e dalla didascalia, l’atto appare piuttosto bizzarro: l’uomo infatti avrebbe portato avanti il rapporto sessuale inserendo il pene nel tubo di scappamento dell’automobile, presumibilmente una Wolkswagen di colore grigio metallizzato.

Sottovalutando dunque tutte le più semplici regole di igiene così come le più basilari norme legislative vigenti, l’uomo non si è tirato indietro davanti a un apparentemente soddisfacente incontro sessuale con il mezzo, portato a termine in pieno giorno e potenzialmente sotto gli occhi degli ignari passanti. Proprio nei primi istanti del video, infatti, è possibile notare come tutto ciò avvenga in un luogo trafficato e raggiungibile dagli sguardi altrui.

Con questo episodio, le frontiere del sesso a ogni costo sembrano dunque spostarsi di un altro passo verso la totale stravaganza e il feticismo più sfrenato.

Si parla di un cittadino brasiliano, ma non si riporta altro come ad esempio il luogo rischiando di portare qualche utente a pensare che il fatto sia avvenuto in Italia (citando anche quel “normative legislative vigenti“) e che l’uomo sia un immigrato.

Il video venne caricato su LiveLeak il 9 maggio 2015 con un riferimento geografico:

Location: PR, Brazil (load item map)

Lo stesso uomo sarebbe stato beccato in altre occasioni (nel 2015nel 2016) nella città di Jaru (nello stato di Rondônia in Brasile) guadagnandosi il soprannome di “Tarado do Carro“. Il sito Comando190.com.br riporta che l’uomo avrebbe problemi mentali e che, non essendoci un “manicomio“, non si può far niente per lui:

Esta não foi a primeira vez que este mesmo indivíduo, que aparenta ter problemas mentais, comete tal ato. Em outras vezes, ele visualizava a “vítima” e aguarda o proprietário se distanciar. Em seguida, sem sequer verificar se o escapamento está quente ou frio, introduz o pênis no escape e se masturba, parando somente quando chega ao “êxtase”. Como na cidade de Jaru não existe local para internar doentes mentais, nada foi feito. Após o ato sexual, o homem foi embora. “Agora é esperar 09 meses para saber o que vai nascer”, brincou um funcionário da concessionária.

Ha senso parlare di cultura in questo caso? Assolutamente no.

Ha senso generalizzare basandosi su un episodio del genere? Assolutamente no.

Peccato che qualcuno senta la necessità di farlo perché incapace di ragionare su ogni singolo caso e perché desideroso di conferme a tutti i costi senza smentite di alcun genere.

Ribadisco, provo pena per queste richieste così infantili nel tentativo di avere ragione su “qualcosa“, soprattutto se sbaglia come in questo caso.

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall’età di 7 anni. Laureato presso l’Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.

REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.