BUFALA L’Italia del PD con Giorgio e Mohamed

Ho deciso che dal 23 gennaio 2018 il mio blog non avrà più banner pubblicitari e sarà sostenuto dalle vostre donazioni che potete inviare qui: https://www.paypal.me/DavidPuenteit

Il post pubblicato l’otto febbraio 2018 dall’utente Cinzia ha superato da poco le 64 mila condivisioni Facebook:

Il post di Cinzia

Il post presenta un meme sul tema dell’immigrazione e del Partito Democratico e riporta il seguente testo:

L’Italia dei PD

Giorgio
Italiano, 93 anni, ha lavorato tutta la vita, lo stato gli ha tolto la casa ed è costretto a vivere in auto.

Mohamed
Nigeriano, 20 anni, èin Italia da 2 anni e non ha mai fatto niente dalla mattina alla sera e lo Stato gli ha dato: hotel 5 stelle, iPhone e 30 € al giorno. Condividi se sei incazzato.

L’uomo che chiamano Giorgio in realtà è il greco Konstantinos Spanos, all’epoca aveva 103 anni e non vive nemmeno in Italia.

L’uomo che chiamano Mohamed è nigeriano, ma si tratta in realtà di Chinedu Peter Okafor e venne arrestato in India nel 2017 per traffico di stupefacenti.

La solita immagine populista basata sul falso, inventandosi di sana pianta due storie per far credere agli indecisi che votare per uno o per l’altro partito porterà a delle conseguenze.

L’immagine è stata condivisa anche dalla pagina “Siamo Rimasti Soli” superando le 9 mila condivisioni.

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.