Perché nel sito Leggidaabolire.it di Luigi Di Maio il titolare del trattamento dei dati personali è Grillo?

Il 21 novembre 2017 venne creato un dominio chiamato Leggidaabolire.it a nome di Luigi Di Maio:

Domain:             leggidaabolire.it
Status:             ok
Created:            2017-11-21 13:25:49
Last Update:        2017-11-21 13:52:31
Expire Date:        2018-11-21

Registrant
Organization:     Luigi Di Maio

Il sito è stato presentato il 10 gennaio 2018, come possiamo vedere dal post e video pubblicato nella pagina Facebook del pentastellato:

Questa mattina abbiamo lanciato un’iniziativa molto importante, a cui tengo particolarmente e per la quale è necessario anche il vostro contributo. Si tratta di: http://www.leggidaabolire.it

Nel mio intervento ho spiegato di cosa si tratta e come funziona. Ho anche fatto alcuni esempi di leggi che intendiamo abolire, come lo spesometro e gli studi di settore.

Vi invito a vedere il video è condividerlo in rete, è importante che tutti siano al corrente delle nostre proposte.

 

Un progetto nato già tempo fa, come potete ben comprendere dalla data di registrazione del dominio, ma un problema potrebbe sorgere soprattutto dopo il provvedimento del Garante in merito ai titolari e responsabili del trattamento dei dati personali in cui sono stati coinvolti i siti legati al Movimento e Beppe Grillo.

Il sito non fa altro che linkare ad un form Google da compilare dove i campi obbligatori sono nome, cognome ed email:

Il form per proporre la legge da abolire

Da nessuna parte nel form viene chiesta la conferma per la presa visione dell’informativa sulla privacy e il relativo il consenso del diretto interessato. È normale? Eppure per raccogliere certi dati anche nel modulo di iscrizione al Movimento 5 Stelle viene riportato come passo obbligatorio:

Privacy*: Dichiaro di autorizzare il trattamento dei miei dati personali, anche sensibili, all’associazione avente denominazione “MoVimento 5 Stelle”, con sede legale in Roma, Via Nomentana n. 257, ai sensi e per gli effetti degli artt. 13 e 23 del D.Lgs. 196/2003 secondo le modalità di cui all’informativa privacy reperibile al seguente link.

Chi è il titolare del trattamento dei dati personali? Per trovare i riferimenti bisogna andare in fondo nel footer del sito (non nel form Google) e cliccare il link “Informativa sulla privacy” dove scopriamo che il titolare è Giuseppe Grillo (Beppe):

I dati personali conferiti dall’utente attraverso la compilazione del form di registrazione all’iniziativa denominata “leggidaabolire.it” così come quelli raccolti in altre iniziative, saranno trattati esclusivamente per finalità connesse alla identificazione dell’utente ed al suo inserimento in una mailing list finalizzata all’invio di materiale illustrativo e di aggiornamento sulle attività svolte dal MoVimento 5 Stelle nel contesto della propria azione politica e sociale, nel rispetto del D.Lgs. 196/2003.

[…]

Titolare del trattamento dei dati è Giuseppe Grillo nato a Genova il 21/7/1948, C.F. GRLGPP48L21D969E, Casella Postale 1757, 20121 Milano. Ogni richiesta, informazione o istanza, compresa la richiesta di cancellazione dei propri dati e conseguente cancellazione della propria iscrizione può essere inoltrata tramite questa pagina.

Mi sarei aspettato di vedere piuttosto l’associazione Rousseau o la nuova associazione Movimento 5 Stelle con sede a Roma, via Nomentana 257. Perché Beppe Grillo? Giusto per capire.

L’ultima frase è oltretutto curiosa, perché per presentare richiesta di cancellazione bisognerebbe farlo “tramite questa pagina” dove non è presente nemmeno un indirizzo email, ad esempio. Probabilmente dovreste inviare una lettera alla casella postale indicata (quella di Beppe a Milano e a cui hanno accesso coloro che operano in via Morone).

Il sito nel frattempo viene aggiornato e allo stato attuale sarebbero state proposte 131 leggi da abolire.

Il sito viene aggiornato con il numero delle proposte

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.