La pagina “Dimissioni di Laura Boldrini” e la bufala di Ermes Maiolica sugli immigrati e i sacchetti di plastica

Ho deciso che dal 23 gennaio 2018 il mio blog non avrà più banner pubblicitari e sarà sostenuto dalle vostre donazioni che potete inviare qui: https://www.paypal.me/DavidPuenteit

Il 9 gennaio 2018 la pagina Facebook “Dimissioni di Laura Boldrini” pubblica la seguente immagine con raffigurata la Presidente della Camera:

“Gli immigrati senza reddito dovrebbero avere i sacchetti per la frutta e verdura gratis” – Laura Boldrini

L’immagine circola dal 3 gennaio 2018 e si tratta in realtà un’opera di Ermes Maiolica che aveva deciso di trollare gli utenti in seguito alla polemica dei sacchetti di plastica e i due centesimi. In che modo? Oltre a creare la bufala l’aveva condivisa in diversi gruppi Facebook dove probabilmente è giunta agli admin della pagina.

La condivisione di Maiolica sul gruppo chiuso “Giente Honesta”

Risulta scontato dire che la pagina Facebook “Dimissioni di Laura Boldrini” abbia condiviso questa bufala, ma le motivazioni possono essere le seguenti:

  • sono talmente creduloni che cascano in qualsiasi contenuto online utile alla loro causa;
  • sono talmente in malafede da sfruttare anche le bufale pur di rafforzare il credo dei loro fan e attirarne di nuovi.

Opterei più per la seconda, ma che sia una o l’altra è un buon motivo per invitarvi ad evitare questa pagina.

Qualcuno c’è cascato?

Santi numi, se vi scrivo l’articolo evidentemente si (1,2,3,4):

Questo slideshow richiede JavaScript.

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.