I fake bot “IS” – Da Twitter a Facebook con Alice e Olga

Ho deciso che dal 23 gennaio 2018 il mio blog non avrà più banner pubblicitari e sarà sostenuto dalle vostre donazioni che potete inviare qui: https://www.paypal.me/DavidPuenteit

Questo articolo seque quello pubblicato il 29 dicembre dal titolo “I fake bot sulle casette del terremoto sono tutti collegati e porterebbero a Roma“.

Tra gli account che avevano pubblicato il messaggio copiato dal tweet di Vittorio Zucconi troviamo quello “Alice Baldivani“:

L’account di “Alice”

Su Twitter pubblicizza il suo account Facebook dove possiamo vedere molte cose interessanti:

L’account Facebook

Possiamo notare il post del 30 dicembre 2017 delle ore 13:53 dove scrive “Io amo guardare i Mondiali di calcio insieme ai miei amici“. Alle 13:50 lo stesso messaggio era stato pubblicato dal suo account Twitter:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nel post Facebook possiamo notare che il post sia stato pubblicato attraverso la piattaforma IFTTT di cui riporto una parte della descrizione pubblicata nel portale di Fastweb:

Un esempio pratico di come funziona IFTTT può essere questo: se carico una nuova foto su Instagram, salvala automaticamente su Dropbox.

Possiamo citare anche Wikipedia:

IFTTT può automatizzare processi legati ad applicazioni web, per esempio pubblicando uno stesso contenuto su diversi social network

È probabile che chi ha sviluppato gli account li aggiorni attraverso questo servizio.

Osservando più da vicino l’account Facebook possiamo osservare i “mi piace” alle pagine:

Alcuni dei “mi piace” dell’account Facebook di “Alice”

L’account “Alice Baldivani” su Facebook segue le pagine di IsayWeb, EXPO Israele e Progetto Dreyfus (riportati nell’articolo de Il Fatto Quotidiano del 30 dicembre 2017), ma anche quella di EL AL Italia che viene citata anche dal portfolio del sito Isayweb.com (dove è presente anche la campagna social per le elezioni di Ignazio Marino):

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un altro account citato nell’articolo del tweet di Vittorio Zucconi è quello di “Olga Manesse” che in precedenza si faceva chiamare “Alma Caracciolo“. Vi spiego perché dopo lo screen del profilo:

Il profilo Twitter di “Olga”

Nella colonna a sinistra troviamo sotto il nome lo username “@AlmaCaracciolo” e in basso il link al profilo Facebook di “Alma Caracciolo” attualmente è disattivato. Visto quest’ultimo “inconveniente” chi gestiva l’account ha cambiato nome e creato un nuovo profilo Facebook dal nome “Olga Manesse“:

Il profilo Facebook di “Olga”

Tra i mi piace troviamo anche in questo caso EL AL Italia:

I “mi piace” di “Olga”

Per i profili “Alice Baldivani” e “Olga Manasse” troviamo un amico in comune, David Di Tivoli di IsayWeb:

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’account Twitter di David Di Tivoli è altrettanto interessante, creato nel 2007 può vantarsi di 271 mila follower:

L’account Twitter di David Di Tivoli

Insomma, più di Luigi Di Maio (255 mila) e Alessandro Di Battista (186 mila), per intenderci.

Scorrendo i suoi follower ne troviamo tantissimi privi di foto, con solo nomi (privi di cognome), con username “nome+numeri” e creati nel dicembre 2017 spesso senza aver fatto un tweet. Se proprio vogliamo usare tool come Twitteraudit (che non mi piace tanto e prendo tanto con le pinze), il risultato sarebbe il seguente:

Secondo Twitteraudit il 37% dei suoi follower non è un fake

C’è da dire che David Di Tivoli è stato parecchio citato nei tweet di questi giorni in merito a questa vicenda (ad esempio 1,2,3,4), curioso che la mia ricerca sia giunto a lui.

AGGIORNAMENTO ore 18:20

Mi segnalano un altro account, quello di “Gabriele Devis” che usa la stessa email di recupero “is*********************@g****.***” e ha un account Facebook con il quale David Di Tivoli ha l’amicizia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

AVVISO

Chiunque verrà beccato a pubblicare commenti antisemiti e razzisti verrà bannato immediatamente e senza pietà. Ne ho visti anche troppi in altre sedi.

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.