Il sito AdessoBasta.org e la mano della propaganda di estrema destra americana

Si avvicinano sempre di più le elezioni e l’Italia è di fatto una “bufala da mungere” molto appetitosa per gli interessi di qualche cittadino desideroso di lucrarci sopra o farci della pura propaganda a favore delle proprie idee politiche e religiose. Non solo italiani, ma anche stranieri come nel caso degli albanesi e nel caso che vi andrò a raccontare dove vediamo un texano con diversi siti schierati e geograficamente strategici e dei gestori di un gruppo Facebook italiano che usano foto non di loro proprietà fregandosene altamente anche dei morti (italiani).

Uno dei siti più condivisi degli ultimi mesi è senz’altro “Adessobasta.org” (dominio creato il 29 marzo 2016 e tra quelli che diffuse la bufala della Kyenge e i mercatini di Natale) accompagnato dalla sua pagina Facebook seguita da oltre 470 mila fan (ho pubblicato ieri sera un articolo riguardo un video pubblicato in quella pagina su un albero di Natale “distrutto dai musulmani“).

La ricerca fa risalire il tutto ad un uomo d’affari texano con diversi siti internet a lui collegati non solo tramite i banner pubblicitari, ma anche ad una serie di account Facebook “italiani” molto dubbiosi che utilizzano fotografie non di loro proprietà e risultano iscritti in gruppi particolarmente polarizzati sui temi trattati dallo stesso sito (anti immigrazione, anti Islam, pro Lega e pro M5S). C’è anche un italiano, uno scrittore, collegato ad un numero di telefono e un libro pubblicizzato dalla stessa pagina Facebook “Adesso Basta“.

Vi riporto di seguito tutti i dati da me riscontrati affinché possiate prenderne atto.


Analisi

Nella pagina Facebook ufficiale leggiamo tra le informazioni che i gestori dichiarano di essere “un’organizzazione che vuole impegnarsi nell’onorare, rispettare e valorizzare il popolo“:

Adesso Basta esiste per diffondere la libertà di informazione, i veri valori, e la verità al pubblico attraverso varie forme di media.
Siamo un’organizzazione che vuole impegnarsi nell’onorare, rispettare e valorizzare il popolo.
Siamo ben disposti ad ascoltare quello che ha da dire la nostra comunità online, incluso te, sempre nel pieno rispetto reciproco, con pieno coraggio… insieme.
Grazie!

La pagina è collegata ad un gruppo Facebook chiamato “Adesso Basta! Movimento Italiano Contro La Politica Corrotta!” con oltre 17 mila utenti registrati:

La pagina e il gruppo associato

Possiamo vedere anche “nomi e cognomi” dei gestori del gruppo:

I gestori del gruppo

Il ragazzo nella foto dell’account “Andrea Bressan” è il giovane irlandese Allan Dixon (trovate la foto su Tgcom24.mediaset.it, seconda nella galleria). Già questo porta a qualche sospetto, probabilmente un account falso per poter interagire con gli utenti dei gruppi in cui è iscritto:

I gruppi dove è iscritto l’account “Andrea Bressan”

Anche il gestore “Andrea Consalvo” presenta una foto non sua (è quella di Matteo Manassero) e interviene in gruppi simili (anti immigrazione, pro Salvini, pro M5S, pro Mussolini e nazionalismo), stessa storia per “Marco Teggioni” che usa come immagine di profilo quella in vendita su Fotolia.com e precedentemente quella presente su un libro (anche associata ad un tale “Hadeel“) e iscritto anche lui a certi gruppi. C’è anche un account femminile, tale “Angela Pace“, che si presenta con un’immagine di copertina riportante una donna di spalle e iscritta a gruppi “cristiani (“Partito dei Valori Cristiani Lombardia“).

Tra i gestori del gruppo Facebook troviamo l’account di un tale “Michele Marrone” con pochissime amicizie, appena 5, ma la cosa che risulta alquanto grottesca è la sua foto profilo.

Le amicizie dell’account Michele Marrone

La foto usata dall’account Facebook non è di “Michele Marrone“, ma di un giovane di 27 anni di nome Alessandro Gatto morto nel 2014:

La foto di Alessandro Gatto, la stessa usata dall’account “Michele Marrone

Andando oltre i gruppi a cui è iscritto sono palesemente pro Trump, conservativi e cristiani. Gruppi per la maggior parte americani (come anche i suoi “mi piace” alle pagine).

I gruppi a cui è iscritto “Michele Marrone”

Dunque? Dobbiamo passare per il sito Adessobasta.org dove in fondo troviamo la seguente dicitura:

COPYRIGHT ADESSO BASTA 2017 – CONSERVATIVE POST LLC – DALLAS, TX USA

La traccia americana si fa sentire, curioso infatti che le pagine relative alla “Privacy Policy” e “Terms Of Service” risultano in lingua inglese e riportanti cifre in dollari americani (“Visitor agrees to liquidated damages in the amount of U.S.$100,000“).

Andando oltre, il codice Adsense del sito (“ca-pub-8000901034818199“) risulta presente anche in altri siti come “Christiantelegram.com“, “Mideastmania.com“, “Boldbritish.co.uk“, “Robsaunders.com” e appunto “Conservativepost.com“.

Le connessioni Adsense

Non bastando, noto che i siti internet puntano insieme ad altri allo stesso indirizzo IP (“104.197.255.121“):

Le connessioni tramite indirizzo IP

Ecco la lista dei domini puntati a quell’indirizzo IP:

  • Adessobasta.org
  • Boldbritish.co.uk
  • Christiantelegram.com
  • Conservativepost.com
  • Destinymedia.us
  • Energiagiornaliera.it
  • Intellectualconsistency.com
  • Mideastmania.com
  • Robsaunders.com
  • Wealthcodecoach.com

Il sito Conservativepost.com è stato trattato in passato anche dai colleghi di Snopes (in diverse occasioni con l’apposito tag) che da Gizmodo.com per le falsità in esso riportate.

Da notare la pagina Facebook con oltre un milione di “mi piace” e il bollino blu:

La pagina Facebook di “Conservativepost.com”

Il sito “Mideastmania.com” si occupa chiaramente di argomenti legati al Medio Oriente, con sezioni dedicate a diversi Paesi e alla “Sharia Law“, e sostenuto dalla pagina Facebook “MidEast Mania” e i suoi oltre 130 mila “mi piace“.

Il sito MidEast Mania

Il dominio “britannico” risulta registrato senza un servizio di Whois Privacy e notiamo che il suo proprietario sia proprio di Dallas (Texas):

Domain name:
boldbritish.co.uk

Registrant:
Robert Saunders Jr.

Registrant type:
Unknown

Registrant’s address:
3831 Turtle Creek Blvd 15F
Suite 290
Dallas
Texas
75219
United States

Robert Saunders compare spesso come nome nei diversi domini che puntano nell’indirizzo IP precedentemente citato. Ad esempio, ecco cosa riporta il sito Destinymedia.us:

Diversi “volantini” con il nome “Rob Saunders”

Persino il dominio italiano “Energiagiornaliera.it” (con “Technical Contacts” ancora Robert Saunders Jr. e la dicitura in fondo “Conservative Post LLC“) presenta la grafica dei “volantini“:

La home del sito “Energia Giornaliera”

Andando a leggere il sito ufficiale di Robert Saunders notiamo che si presenta come un uomo d’affari texano e particolarmente “credente“:

Rob Saunders is a successful businessman and investor based in Dallas, Texas. He speaks frequently at various leadership conferences around the world and is passionate about imparting to young leaders the wisdom he has gleaned from over four decades of life and business experience.

[…]

Rob believes in eternal and abundant life and desires that others know his Maker and Messiah as he does—facing life and it’s “everyday storms” with love and laughter!

Senz’altro curioso il suo interesse per l’Italia, notando il sito “Energiagiornaliera.it“, davvero molto curioso, ma da quello possiamo leggere una sua Bio in italiano:

Robert M. Saunders Jr. proviene da una lunga discendenza di ben quattro generazioni di avvocati e banchieri d’investimento. Il nonno materno era un Giudice Capo Federale. Laureato presso la Facoltà di Economia dell’Università del Colorado, ha prestato servizio come Comandante presso il Military Airlift Command dell’Aeronautica degli Stati Uniti, e per un breve periodo anche in Vietnam. Rob è oratore e ministro in conferenze per leaders e marketplace in tutto il mondo. Ha viaggiato in 80 paesi creando relazioni e formando leaders.

Si potrebbe parlare di “Follow the money“, ma come possiamo vedere risulta evidente anche l’ideologia di comodo.

La traccia italiana? A quanto pare c’è! L’account “Angela Pace” pubblicò nel gruppo un’immagine con tanto di numero di cellulare per inviare segnalazioni via Whatsapp:

Il numero di telefono 392 529 8356

Lo stesso numero di telefono (“3925298356“) lo troviamo pubblicato in altri siti come Pornotossina.it, dominio intestato ad “Antonio Morra” e autore del libro “Porno Tossina” pubblicizzato dalla stessa pagina Facebook:

Il libro pubblicizzato dalla pagina

Non solo pubblicizzato, ma anche acquistabile:

Il libro acquistabile dalla pagina

Come possiamo vedere la reattività delle risposte ai messaggi inviati alla pagina Facebook è alta, ciò fa pensare che vi sia un gruppo abbastanza organizzato di persone o una singola persona che ci lavora costantemente.

AGGIORNAMENTO 5 dicembre

Tre account usati per la gestione del gruppo Facebook hanno cambiato le immagini dei propri profili.

Le nuove foto.

Il post Facebook contenente il numero di telefono e l’invito a scrivere via Whatsapp è stato rimosso, così come l’area “Vetrina” della pagina Facebook che pubblicizzava il libro. Il numero è stato rimosso anche dal sito Pornotossina.it.

L’articolo sulla bufala della Kyenge e i mercatini di Natale è stato rimosso dal sito.

Aggiornamento ore 1:311 del 6 dicembre 2017: Hanno rimosso il video con la bufala dei musulmani che distruggono l’albero di Natale.


Un ulteriore prova del collegamento con Rob Sounders è proprio la “Conservative Post LLC”, la società texana con sede a Dallas creata il 12 novembre 2013. Dal sito Corporationwiki.com possiamo vedere il collegamento con la Robsaunders.Com Movies LLC, la società che utilizza come nome lo stesso dominio del businessman americano:

Le aziende collegate a Sounders

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall’età di 7 anni. Laureato presso l’Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.

REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.