Le bufale di Sputnik: il 12 ottobre un grosso meteorite potrebbe cadere sulla Terra

Il 10 ottobre 2017 la nota testata governativa russa pubblica, nella sua sezione in italiano, un articolo dal titolo “Media prevedono caduta gigante meteorite tra tre giorni“:

Si afferma che sia un meteorite più grande e pericoloso di quello di Chelyabinsk.
Il 12 ottobre un grosso meteorite potrebbe cadere sulla Terra, il che provocherebbe gravi conseguenze. Come affermato da diversi media la previsione è stata fatta dall’astronomo Djuiz Rees dell’università del Texas. Secondo la dichiarazione l’asteroide è ancora più pericoloso del meteorite caduto nella regione di Chelyabinsk nel 2013.

I media citando l’astronomo affermano che l’asteroide in avvicinamento alla Terra abbia un diametro di 40 metri. La grandezza precisa del corpo celeste non è stata ancora definita con certezza, se non dovesse essere troppo grande anche nel caso entrasse nell’atmosfera non creerebbe nessun perciolo per gli abitanti del pianeta. Allo stesso tempo però se dovesse cadere in una zona abitata potrebbe lasciare un cratere e distruggere tutto quello che c’è intorno.

L’astronomo non si chiamerebbe Djuiz Rees, ma Judith Rees e già citato nel 2015 da siti come Uforay.net ed Earth-chronicles.com nel 2017:

Lo scienziato astronomo Dr. Judith Rees della University of Texas ritiene che un gigantesco asteroide , nel mese di ottobre 2017 si avvicinerà alla terra, ci sarebbe la possibilità du una collisione con la superficie del nostro pianeta, con il rischio di causare danni irreparabili al nostro pianeta.

Secondo i calcoli preliminari del ricercatore americano, la larghezza dell’asteroide 2012 TC4 è di circa 40 metri, che se in collisione con la superficie terrestre causerebbe danni devastanti.

L’asteroide si chiama 2012 TC4, per il quale non c’è alcun pericolo di impatto, e non avrebbe un diametro di 40 metri:

Si avvicina alla Terra l’asteroide 2012 TC4: raggiungerà la minima distanza dal nostro pianeta il 12 ottobre alle 7,42 ora italiana, quando passerà a circa 50.000 chilometri in corrispondenza dell’Antartide. Si tratta quindi di una distanza modesta, poco più di un decimo della distanza tra la Terra e la Luna.

2012 TC4, che misura circa 20 metri di diametro, appartiene alla categoria dei cosiddetti asteroidi vicini alla Terra (Neo, Near Earth Objects), la cui orbita può intersecare quella del nostro pianeta. Il suo passaggio infatti avverrà ben all’interno dell’orbita lunare. Ma niente paura, nessun pericolo di impatto considerata la distanza.

Ecco cosa riporta Media.inaf.it (“Notiziario online dell’Istituto Nazionale di Astrofisica“):

Possiamo stare tranquilli. Anche questa volta nessun asteroide colpirà la Terra. Quindi, quando stasera l’asteroide 2012 TC4 ci passerà accanto, potremo continuare a dormire placidamente. Di questo passaggio avevamo già parlato ad agosto e, come dicevamo, al momento di massimo avvicinamento al nostro pianeta (previsto per le 7:42 ora italiana di domani mattina, giovedì 12 ottobre) l’asteroide, grande una quindicina di metri, verrà a trovarsi a circa 42mila chilometri: una distanza pari a un nono di quella che ci separa dalla Luna, dunque enorme per noi comuni mortali, ma abbastanza ridotta da diventare oggetto di attenzione da parte dei ricercatori.

Sputnik si potrebbe “difendere” sostenendo che “lo dicono i media“, ma non vengono riportati nell’articolo (es. Il Fatto non riportava ciò il 7 ottobre) preferendo riportare le teorie di un astronomo e dati sbagliati.

Poi arriva Bartolomeo Pepe, il senatore ex M5S e il suo post Facebook dove condivide la “notizia“:

Il 12 ottobre un grosso meteorite potrebbe cadere sulla Terra, il che provocherebbe gravi conseguenze. Come affermato da diversi media la previsione è stata fatta dall’astronomo Djuiz Rees dell’università del Texas. Secondo la dichiarazione l’asteroide è ancora più pericoloso del meteorite caduto nella regione di Chelyabinsk nel 2013.

 

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall’età di 7 anni. Laureato presso l’Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.

REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.