Se volete elogiare i vigili del fuoco a Messina fatelo con le foto corrette

L’undici luglio 2017 l’account Giusy pubblica un tweet contenente le seguenti due fotografie:

Onore ai vigili del fuoco. Esausti dopo 24 ore continue di lavoro per spegnere gli incendi a Messina. E i tg non ne parlano nemmeno #messina

Cos’è successo a Messina? Per chi se lo fosse perso, la città sullo stretto è stata interessata da molteplici roghi:

“Stiamo facendo turni di 24 ore”, sottolinea Foderà che annuncia l’arrivo in serata di aiuti dal nord: 36 uomini con 18 mezzi tra autobotti e automezzi antincendio boschivo arriveranno dal Veneto, dalla Lombardia, dal Piemonte e dall’Emilia Romagna: “Sono regioni che in questo momento non sono impegnate su questo fronte e possono darci aiuto”, ha spiegato il comandante dei Vigili. Uomini e mezzi antincendio in arrivo dalle regioni del nord saranno dislocati ad Agrigento, Catania, Messina e Trapani.Continuano a svilupparsi nuovi roghi a Messina.

Ora, siccome ho una stima enorme nei confronti dei vigili del fuoco e del loro operato, vorrei rendere giustizia alle due foto utilizzate da Giusy nel suo tweet: quelli sono i valorosi che hanno lavorato intensamente nel disastro di Torre Annunziata.

La foto del tweet

La prima foto (più completa) la troviamo condivisa dall’utente Grazia in un tweet dell’otto luglio 2017 e associata a Torre Annunziata [aggiornamento a fine articolo]:

Ogni tanto ricordiamoci di chi il culo se lo fa per davvero..#TorreAnnunziata

La seconda trova un maggior riscontro con la tragedia di Torre Annunziata, infatti vediamo un’altra simile riportata dall’UnioneSarda (penultima nella galleria) il 7 luglio 2017:

La foto pubblicata da L’UnioneSarda

Si possono notare alcuni riferimenti utili a comprendere la posizione in cui si sarebbero trovati i vigili del fuoco a Torre Annunziata:

Alcuni punti di riferimento per la foto di Torre Annunziata

Detto questo, posso comprendere l’errore dovuto ad un periodo quasi coincidente tra gli incendi di Messina e il crollo di Torre Annunziata, non penso che Giusy abbia usato quelle foto in malafede (al contrario), ma è sempre cosa buona e giusta usare le foto relative al contesto al fine di rendere giustizia ai protagonisti.

AGGIORNAMENTO 10 novembre 2017

Mi scrive Alessandro Genovese il seguente commento:

Ciao David, vorrei rettificare ulteriormente la cosa: la fotografia di Torre Annunziata l’ho scattata io (Alessandro Genovese), il giorno 7 luglio, alle 10:37 del mattino.
Qui puoi vedere il servizio completo: https://www.facebook.com/43…
So che è passato tempo, ma mi piacerebbe se correggessi l’articolo 🙂
E’ girata in tutta Italia (senza il mio nome perché come un pollo non l’ho firmata) con diverse decine di migliaia di condivisioni 😅 fra giornali e utenti sui social che mi hanno inc..ato alla grande.

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall’età di 7 anni. Laureato presso l’Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.

REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.