La riflessione magistrale sui vaccini di un dottore? Chiamate un dottore in medicina!!!

Il 13 giugno 2017 un utente condivide un lunghissimo post sul tema vaccini:

Il dottor Rudy Lanza ci dice: INVITO TUTTI A LEGGERE QUESTA RIFLESSIONE MAGISTRALE SUI VACCINI che ha mandato questa mattina un medico, specializzato in oncologia per interposta persona.
Un po’ di VERA informazione scientifica da parte di una Persona che lavora in campo sanitario ed è anche Padre. Soprattutto, però, un professionista che AMA LE PERSONE. Tutte. E mai potrebbe vivere un solo secondo pensando di aver potuto nuocere alla loro salute.
Che cos’è una vaccinazione?
Una stimolazione ripetuta ed intensa degli organi linfoidi.
Cosa accade?
Si introduce un antigene (proteina virale purificata), che provoca l’attivazione del sistema complementare. Sono una ventina di proteine circolanti e di membrana, essenziali nel meccanismo di difesa umorale contro gli agenti infettivi. Questo comporta il reclutamento di varie cellule immunocompetenti, monociti, macrofagi, polinucleati, linfociti B e T. In seguito alla risposta immunitaria si formano anticorpi che si legano all’antigene relativo con formazione di immunocomplessi circolanti.
Nasce già la prima domanda: Dove vanno?
Seconda domanda: Conosco la codificazione genetica del sistema del complemento di quel bimbo?
Perché tutti dovrebbero sapere che le proteine del complemento C2 e C4 hanno a che fare con il Lupus, la C3 con infezioni fatali, la C5 è 6 con la meningite, la C1 con l’edema angioneurotico. Ovviamente non esiste nessun screening di cautela. Secondo aspetto. Queste proteine purificate da sole sono scarsamente immunogeniche. Vuol dire che da sole non bastano ad indurre una risposta immunitaria.
Allora che si fa?
Si sporca il vaccino. Quasi nessuno sa che al fine di avere una risposta immune è necessario un espediente che si chiama Adiuvante di Freund.
Si mescola la proteina purificata con una emulsione di olio minerale e batteri della tubercolosi uccisi al calore, emulsionati con lanolina e formaldeide.
Perché questo è importante?
Perché un aggregato con tubercolina passa nel nucleo cellulare. E’ questo che induce reazione antigene anticorpo e che produce alfa e gamma globuline del siero. Si induce una enorme ossidazione dell’intero sistema che è la coordinata principale del terreno canceroso e leucemico.
Mi sono interessato alle vaccinazioni per ovvie ragioni genitoriali visto che ho tre figli.
10 giorni dopo l’inoculazione del vaccino (trivalente, esavalente) abbiamo una caduta della conta linfocitaria in tutti i bambini, una riduzione della capacità fagocitante dei neutrofili e iperproduzione di Ig E. Si forma nel sangue un aggregato di antigeni e proteine del complemento circolanti per tutta la vita. E’ interessante notare dal piano vaccinale che nei primi mesi vengono somministrati solamente vaccini inattivi, per il fatto che il livello di anticorpi naturali è ancora molto basso. Il massimo viene raggiunto a 14 anni. Durante la gravidanza, nella placenta è presente una condizione immunitaria di tipo 2 (il monossido di azoto non viene prodotto), vale a dire che le cellule T nella placenta producono in grande parte citochine del tipo 2. Perché?
Perché se in gravidanza si producessero prevalentemente citochine del tipo 1, avremmo la morte precoce del feto (rigetto). I vaccini vivi, come MPR generano reazioni acute del tipo 1, vengono catturati dalle cellule dendritiche, ma essendo il sistema tarato sul tipo 2 non è in grado di reagire e i virus insediati all’interno delle cellule vengono congelati, soppressi temporaneamente. Ricordo che il tipo 1 ci difende dai tumori, oltre che dai virus.
Questo è l’inizio del percorso verso la predisposizione alle malattie autoimmuni e al cancro.
La vaccinazione di massa parte dal presupposto che la reazione di ogni bambino, alla somministrazione del vaccino sia uguale per tutti perché nel periodo neonatale l’organismo è tollerante verso gli antigeni con i quali viene in contatto.
Peter Medewar, inglese, ebbe il premio Nobel negli anni 40 per l’esperimento, da cui il dogma, per cui se al neonato vengono inoculate delle cellule infettive di una qualche malattia il sistema dovrebbe reagire con un rafforzamento del sistema immunitario, imparare cioè a riconoscere l’antigene o l’agente patogeno come conseguenza della vaccinazione. Come l’organismo, di fronte a 55.000 proteine diverse riesca a fare questa distinzione è considerato un mistero.
Dal 1994 questo dogma è caduto.
Con una vaccinazione, si ha una iperstimolazione delle cellule dendritiche e delle cellule T citotossiche causando notevoli danni all’organismo. In particolare, i vaccini vivi attenuati, hanno la capacità di penetrare le cellule dendritiche e quindi stimolare le cellule T con eccessiva produzione del gas Monossido di Azoto che darà origine a fenomeni infiammatori, come per esempio la Meningite asettica. Inoltre a causa della memoria immunitaria il sistema, nel corso della vita, di fronte a qualsiasi virus risponderà con una iperstimolazione delle cellule T e diventerà perciò la causa diretta di Malattie Autoimmunitarie. Le cellule dendritiche sono geneticamentecompilazione espresse e sono decisive nel caso dei trapianti. Questo, che si chiama MHC (maggior complesso di istocompatibilità), è diverso da persona a persona, tranne che nei gemelli identici.
La reazione agli agenti esterni, siano esse tossine, organi trapiantati, vaccinazioni, sono quindi individuali: nessuno avrà la stessa reazione a delle sostanze estranee.
Cento anni fa solo il 10% della popolazione era affetta da tumori, oggi siamo al 35% ed entro il 2030 saremo al 50%.
Stiamo violentando continuamente il nostro sistema immunitario. Non ci siamo accorti, ma oggi lo sappiamo, che con le vaccinazioni e gli antibiotici, abbiamo alterato la catena di respirazione mitocondriale, la sede della produzione dell’energia, con una commutazione permanente verso la forma di produzione fermentativa, senza cioè l’utilizzo di ossigeno. Questo non significa altro che una cellula tumorale diventa un parassita cellulare, perché ha bisogno di quantità enormi di glucosio. I geni dei mitocondri non possiedono meccanismi di riparazione, rispetto ai geni protetti all’interno del nucleo della cellula.
Questi geni mitocondriali danneggiati, oppure mutati, sono trasmessi solo per via materna alle generazioni successive. Fra tre generazioni il numero dei geni danneggiati sarà superiore ai geni intatti.
La mia risposta è una sola… o cambiamo… o moriamo.”

Tutto questo malloppone di testo venne condiviso sul profilo Facebook di Rudy Lanza il 13 giugno 2017, ma ne troviamo traccia sul sito fogna Attivo.tv in un articolo del 23 maggio 2017 dal titolo “Vaccini: un medico scrive un post su facebook che spopola in tutta Italia. Ecco cosa ha scritto” e più completo in un sito chiamato Autoimmunityreactions.org in un articolo pubblicato nel 2016 e sarebbe opera di un tal Dott. Flavio Bianchi.

Il post di Rudy Lanza

In tutta questa marea di testo una parte è stata considerata con maggior attenzione tra i miei colleghi, l’Adiuvante di Freund:

Adiuvante tipo emulsione acqua in olio nel quale micobatteri uccisi ed essiccati (di solito M. tubercolosis) sono sospesi nella fase oleosa. Efficace particolarmente nello stimolare l’immunit cellulomediata e in alcuni animali, come la cavia, potenzia la produzione di alcune classi immunoglobuliniche.

L’Adiuvante di Freund viene usato sugli animali, mentre l’uso nell’uomo per le vaccinazioni è stato interrotto nel 1950 ed è attualmente vietato:

Vaccination of humans with Freund’s incomplete adjuvant was undertaken in the 1950s and was stopped because of adverse reactions in the mid-1960s.

Ah, sapete che nel testo originale si parlava anche di Thimerosal?

L’OMS dice che la tolleranza massima al mercurio è di ➡0,1 mcg. per kg. di peso corporeo⬅

Il Thimerosal che è tiosalicilato di mercurio presente nei vaccini, varia da ⚠120 a 175 mcg.⚠ per ogni singola dose, ben ⚠⚠25 volte superiore al livello di sicurezza⚠⚠ (un bimbo pesa mediamente 5 kg)

Chi ha tolto il pezzo sul mercurio e il Thimerosal lo ha fatto perché probabilmente consapevole che se avesse lasciato tale contenuto avrebbe permesso di individuare la “supercazzola“, visto che il Thimerosal non si usa più da anni.

In merito al Dott. Flavio Bianchi se ne occupò il collega Michelangelo di Butac in un articolo del 22 maggio 2017:

L’articolo è una lunga somma di pseudoscienza, teorie non verificate e allarmismi. Ma onestamente non ho nessuna voglia di dover chiedere la consulenza degli amici medici a quest’ora di notte (mi sto mettendo a scrivere alle 00:44 del 22 maggio), voi sapete come funziona la demistificazione, vero? Si parte dalla fonte. Chi è Flavio Bianchi? Che titoli ha per parlarmi di mutazioni genetiche, cancro, sistema immunitario?

Il primo passaggio è sul sito della FNOMCeO, dove tramite la ricerca anagrafica non mi è saltato fuori nessun Flavio Bianchi. Vado a cercarmi un curriculum in giro per la rete, perché a questo punto vorrei capire in cosa è Dottore, se non è medico.

Ecco il CV del Dott. Flavio Bianchi:

FISIOLOGIA 5 LEGGI BIOLOGICHE DECODIFICA

NOTE BIOGRAFICHE
Nato a Verona il 23.02.1956

Studi in Medicina, antropologia medica
Doctor of Homeopathic Medicine USA 1997
Diploma Omeopatia Classica Istituto Palmieri Torino
Diploma Triennale Omeopatia Classica presso Istituto Internazionale James Tayler Kent Argentina

CORSI E SEMINARI
Studi in Spagiria 1993-1996
Seminari di Omeopatica Classica Dott. Herscu, Grandgeorge, Evangelis
Corsi e formazioni sulla nuova Medicina del Dr. Hammer
Corso e formazione in biogeneaologia G. Athias

STUDI E AREE DI INTERESSE SCIENTIFICO
Fisiopatologia, Biochimica, CNV, 5 Leggi Biologiche della Nuova Medicina, Biogenealogia decodifica. Spagiria.

Nessuna laurea in medicina, chiamarlo Dottore risulta errato. Si parla di omeopatia, quindi di un omeopata, ma Butac fa bene a precisare che per diventarlo bisogna aver conseguito una laurea in medicina generale. Vi affidereste anche ad una persona che si presenta a voi come infermiera e non ha nemmeno il titolo minimo richiesto? Immagino che un’infermiera, dopo tanta fatica per diventarlo, si possa arrabbiare non poco vedendo altri che si potrebbero presentare al pubblico come tali. Poi, per la miseria, avete letto anche voi “Corsi e formazioni sulla nuova Medicina del Dr. Hammer“? Già, proprio quel delinquente che è morto pochi giorni fa (e lo scrivono pure con due “m”).

Chiamate un dottore in medicina!!!

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016.