La foto bufala della pagina Facebook “Un caffè al giorno” con le false disabili

Dal 23 gennaio 2018 il mio blog non ha più banner pubblicitari e viene sostenuto dalle vostre donazioni che potete inviare qui: https://www.paypal.me/DavidPuenteit

Il 21 gennaio 2017 la pagina Facebook “Un caffè al giorno” pubblica la seguente foto ottenendo oltre 31 mila condivisioni:

Tutti si vergognano di noi perché siamo disabili 😥 😪 😭 Se non vi vergognate, cliccate mi piace e condividete 👏 👏 👏
Scrivete amen
, siete bellissime

Non si potrebbe parlare di sciacallaggio, siccome le due donne nella foto non sono affatto disabili. Si tratta di un evidentissimo fotomontaggio:

Il fotomontaggio è evidente (basta guardare i monconi e stampelle)

Chi ha pubblicato la foto nella pagina non è stato affatto furbo lasciando nella foto in alto a destra un logo molto evidente:

Il logo presente nella foto pubblicata da “Un caffè al giorno”

Si tratta di XenaLes, un account di Deviantart che altera diverse fotografie di donne attraenti rendendole disabili. Ecco la foto in questione:

Titolo: “Amputee Friends”

Ecco la foto completa:

La foto con le ragazze tutte “intere”

 

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.