La falsa intercettazione pubblicata da Roberto Fiore sul sindaco di Riace Mimmo Lucano

MIA17 Nomination
Quest'anno risulto tra i candidati al premio Macchianera 2018. Per votare dovete lasciare la vostra preferenza ad almeno 10 categorie.

Il 3 ottobre 2018 Roberto Fiore pubblica un post Facebook con una presunta intercettazione al sindaco di Riace, recentemente arrestato:

#MIMMOLUCANO, PALADINO DELL’ACCOGLIENZA E I SUOI ESEMPI DI INTEGRAZIONE.

Il Sindaco di Riace arrestato pochi giorni fa per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, in una recente intercettazione telefonica dice: “gli faremo sposare …(omissis)…, ha 70 anni è uno stupido, quasi un animale. Lei ha già avuto 3 fogli di via per cui si sta nascondendo in mezzo agli altri per non farsi riconoscere in attesa del documento. Fa la prostituta quindi non sarebbe un problema neanche andarci a letto se deve convincerlo”.

Si riferisce ad una nigeriana di 30 anni che cercava il permesso di soggiorno.

Che dire, un vero esempio di #integrazione, un eroe della vostra #accoglienza.

Sarebbe interessante sapere da dove ha tratto questo testo, visto che nell’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale del Tribunale di Locri (PDF) non è affatto riportato in questo modo.

L’ordinanza scaricata in formato PDF

 

La vera intercettazione

Quello pubblicato da Fiore è un taglia e cuci di diversi pezzi delle intercettazioni presenti nell’ordinanza, ma la storia di base è tutta da leggere per comprendere il contesto (pagina 83 del documento):

13.2.10. Il 3 ottobre 2017, poi, il Lucano spiegava alla Xxxx yyyy che il progetto del falso matrimonio era naufragato anche a causa di “Xxxx yyyy”, che a differenza del summenzionato Xxxx yyyy aveva lasciato intendere la sua chiara intenzione di condurre con la sposa regolare vita coniugale («[…] allora Xxxx yyyy, se lui si sposa con te ti vuole portare a casa sua, non è come Xxxx yyyy con Xxxx yyyy che lo hanno fatto solo per prendere i documenti. Questo vuole stare con te, dormire con te, tu sei d’accordo? […] Lui vuole stare come vero marito e moglie … […]»):

Si intuisce fin da subito che il caso è molto particolare, si parla di un falso matrimonio dove un italiano era disposto ma a condizioni molto particolari in cambio dell’atto. Facciamo un salto indietro rispetto alla data del 3 ottobre 2017 nel testo sopra riportato, precisamente alla conversazione del 3 settembre 2017:

– conversazione nr. 2289, r.i.t. nr. 304/17, registrata alle ore 12:00 del 3 settembre 2017 all’interno degli uffici dell’associazione Xxxx yyyy:

«[…] Lucano: … ma poi non ti sei sposata più con quel signore?

Xxxx yyyy: non lo so …

Lucano: Xxxx yyyy, vedi che è pericolosa quella cosa perché lui vuole che stai con lui capito? Poi se tu non vuoi ti ammazza pure, tu non hai preoccupazione, non hai paura?

Xxxx yyyy: io, io non ho paura

Lucano: non hai paura? … vuoi stare con lui? … allora Xxxx yyyy, se lui si sposa con te ti vuole portare a casa sua, non è come Xxxx yyyy con Xxxx yyyy che lo hanno fatto solo per prendere i documenti. Questo vuole stare con te, dormire con te, tu sei d’accordo?

Xxxx yyyy: Si, io sono d’accordo con lui però io devo anche parlare con lui perché ho bisogno di cercare un lavoro.

Lucano: Lui vuole stare come vero marito e moglie … omissis … Xxxx yyyy a me dispiace tutto quello che è successo però quel giorno avevo capito che succedeva qualcosa … crea problemi perché lui è uno stupido, capito? … hai capito che è uno stupido?
[…]

Lucano: … questo è l’effetto della legge Minniti

Xxxx yyyy: questa (“Xxxx yyyy”) ha trentasei anni, lui ne ha…

Lucano: ne ha 70 …

Xxxx yyyy: no, 70 no!

Lucano: come no, è del ‘47

Xxxx: … qua è un’altra cosa, qua si sta parlando di matrimonio combinato per i documenti

Xxxx yyyy: lei magari vuole per i documenti, lui invece no, lui se la vuole portare a casa giustamente, quando la prima notte tu gli dici che te ne devi andare a xxxx …

Lucano: … mi dispiace perché è come subire una violenza per un cazzo di documento …

Xxxx yyyy: come si chiama questo Xxxx yyyy?

Lucano: Xxxx yyyy …
[…]

Lucano: … Xxxx yyyy aveva capito che la sua posizione era difficile, più di Xxxx yyyy Xxxx yyyy la quale se ne fotte, l’ha portata qua … ha capito che ha già tre dinieghi e non le danno i documenti, non vuole tornare in Nigeria per quello aveva accettato di sposarsi con questo testa … è vero Xxxx yyyy?

Xxxx yyyy: si, si.

Lucano: Poi quel giorno le persone ridevano … si era sparsa la voce, a questo lo scherzavano davanti al bar, poi mi ha chiamato la sorella, tante cose, intanto ho individuato solo lui perché a Riace non c’è nessuno che vuole fare queste cose, non è che c’è un ragazzo, dove lo troviamo?

Lucano: … poi avevo fatto la pubblicazione con Xxxx yyyy, là al Comune …
[…]

Lucano: in questo modo mi mettono in difficolta a me.

Xxxx yyyy: Lui gli ha detto che non ha i soldi per poterla mantenere, però quando vuole fare l’amore la chiama …

Lucano: Lui su questo è lucido, anzi tutte due sono lucidi, Xxxx yyyy ha capito che questo la vuole per fare i comodi suoi e lei lo vuole per i comodi suoi ovvero per il documento, perché non c’è nessun amore e ne niente, però la situazione la obbliga a fare questo, ovvero chiudere gli occhi e fare … è brutto per una donna … però lei vuole il documento del Municipio, il certificato di matrimonio … ma come faccio …

Xxxx yyyy: Tanto per lei non è una violenza, perché è consapevole …

Lucano: Si ma qua rischiamo il pane tutti sopra questa cosa Xxxx, mi mettono nelle condizioni … perché poi li c’è un livello dove dice se ha piena facoltà di approva emergenza … questo non è vero, starei dichiarando il falso, capito, e poi quando gli chiedo con la formula “tu conosci” … lui nemmeno sa come si chiama … quel giorno non sapeva come si chiamava.

Xxxx yyyy: Lui capisce solo quando vuole fare l’amore …

Lucano: Questo è come un animale ... la prima cosa che facciamo ti inseriamo nel progetto, così sei con Xxxx yyyy e non hai tanti problemi, anche perché rispondiamo noi per la tua posizione, prendi pure i poket money, i bonus, poi vediamo
(“Xxxx yyyy” saluta e va via)

Lucano: …lui, Xxxx yyyy, l’ha capito, tanto dice io a sessanta … è del ‘48 …

Xxxx yyyy: lei è dell’88?

Lucano: ha trent’anni!

Xxxx yyyy: lei è dell’88 e lui è del ‘48, gli passa quarant’anni!

Lucano: guarda Xxxx, Xxxx yyyy è lucido, lui dice “questa qua vuole i documenti? … Li deve pagare! … Non li deve pagare con i soldi, li deve pagare …”

Xxxx yyyy: … in natura!

Lucano: … in natura, giusto. Lei è lucida, non ho scelta, così come sto per strada e mi pagano … ovviamente ha amarezza … […]».

Per completare il tutto bisogna andare a leggere anche la conversazione del successivo 15 settembre 2017:

– conversazione nr. 26247, r.i.t. nr. 293/17, registrata alle ore 16:50 del 15 settembre 2017 ed intercorsa tra le utenze telefoniche in uso al Lucano ed a Xxxx yyyy:

«[…]
Lucano: …e poi quella del matrimonio di una ragazza che si chiama Xxxx yyyy che è nigeriana. Io lo so che le sue intenzioni (di Xxxx yyyy ndr) … che la vuole aiutare a tutti i costi … però mi ha combinato un problema perché … addirittura si voleva pure sposare con lei … ora non lo so, questa trascendenza … cosi legata mi sembra troppo un’enfasi questa no … che addirittura ti vuoi sposare … per il permesso di soggiorno. Il problema che quando Xxxx yyyy ha chiamato alla Questura hanno detto che il matrimonio … come si chiama … il matrimonio tra donne e donne, tra uomo e uomo non vale ai fini del permesso di soggiorno … non vale. Allora che cosa hanno escogitato di trovare uno di Riace che si chiama Xxxx yyyy, lo chiamiamo noi in dialetto, che ha quasi 70 anni ed è uno che … un po’ si capisce che ha dei problemi no … non è tanto capace di intendere e di volere … andava sempre in campagna … sono morti i genitori e vive con il fratello … Allora praticamente lui Xxxx yyyy è di stato civile libero, lei … io gliel’ho detto quasi come ho fatto con tutti e veramente … è un aggredire la procedura perché in pratica per fare il matrimonio noi dovremmo chiedere … i documenti dove si attesta che chi fa il matrimonio è di stato civile libero, cosi dice la legge, che quindi si può sposare … che non è già sposato e quando non c’è l’hanno per i richiedenti asilo o per i rifugiati io gli dico va bene, fatemi una autocertificazione … un atto che fate voi dove dichiarate di essere liberi per cui ti puoi sposare e quindi già questo siamo ad un livello … dopo di che noi facciamo le pubblicazioni … quando abbiamo fatto il matrimonio nella fattispecie qua … lui non sapeva neanche come si chiama lei… Mi è sembrato… c’erano tante persone, sono venute quasi a fare come un film, a ridere … ti dico la verità in 13 anni io non ho mai fatto queste cose però ieri ho detto no, scusatemi, io non posso, ve lo dico chiaro davanti a tutti, c’erano almeno 30-40 persone, non è possibile che tu ti sposi e non sai come si chiama la tua fidanzata, tua moglie …

Chiara: meno male che ti sei fermato…

Lucano: … e ma scusami io ti sto chiedendo … perché devo dire davanti a me si presenta la signora tizia e caia … alla quale chiedo se vuole prendere in sposo il qua presente … e lei mi dice si a pieno titolo della propria intelligenza e della consapevolezza … quando gli chiedo come si chiama la fidanzata …non lo sa come si chiama …. allora lo state circuendo per prendere i documenti … ma io lo so questo … lo so questo … e vi dico pure va bene, però almeno deve essere consapevole lui non che lo prendete in giro perché lui è convinto che se ne va a casa a dormire con lei. Questo è umiliare un essere umano … facciamo i razzisti al contrario che succede … questi sono gli effetti della legge Minniti perché questa è stata diniegata tre volte e deve tornare in Nigeria … però tu non puoi giocare sulla pelle di uno che non è nemmeno consapevole. Perché prima abbiamo fatto un’altra cosa così … almeno quelle persone che volevo aiutare … c’era una consapevolezza…. e poi che succede quando vai a casa poi disattenti perché lei che cosa vuole fare? … Vuole solo prendere il come si chiama … vuole solo prendere il … certificato di matrimonio … perché poi noi giusto dopo un’ora che si registrano gli atti ovviamente tu mi fai la richiesta di un certificato di matrimonio … noi siamo obbligati come Comune a rilasciarlo, tu vai alla questura e chiedi il permesso di soggiorno per motivi familiari. Questo è l’iter! Poi a quelle persone … sparisci completamente … ma almeno che quella persona ha una consapevolezza per me non c’è problema ... ma che voi lo state imbrogliando che gli dite che poi va a dormire con lui … questo non è vero … mi riservo, non vedo chiaro, non vedo chiaro … fate quello che volete … la mia firma non ve la metto […]».

Come era andata a finire? Che il matrimonio non si è celebrato:

13.2.9. A distanza di tre giorni, poi, il Lucano, al telefono con tale xxxx yyyy, la informava che il matrimonio più volte accennato non s’era alla fine celebrato, a causa della evidente incapacità di “Xxxx yyyy” di manifestare un valido consenso (dimostrata dal fatto che l’uomo non ricordasse nemmeno il nome della sposa)

 

Conclusioni

Mentre Roberto Fiore fa passare il sindaco di Riace Mimmo Lucano per uno che vuole sfruttare una persona anziana (70 anni) da convincere eventualmente attraverso prestazioni sessuali, la storia riportata nell’ordinanza racconta di un sindaco contrariato che non ha celebrato il matrimonio e che cercava in qualche modo di difendere la donna da un uomo di 70 anni che vuole sfruttare la situazione. Alla fine il sindaco stesso aveva annullato tutto.

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.