Manifestazioni contro le aggressioni americane in Siria? Le date sono importanti

Dal 23 gennaio 2018 il mio blog non ha più banner pubblicitari e viene sostenuto dalle vostre donazioni che potete inviare qui: https://www.paypal.me/DavidPuenteit

Il 15 aprile 2018 Claudio pubblica il seguente post Facebook ottenendo oltre 4800 condivisioni:

Voi non vi siete chiesti perché qui in occidente non escono queste notizie? Quando in Siria tutto il popolo esce per le strade in rifiuto alle aggressioni americane e a sostegno del Presidente Bashar al Assad. 🇸🇾
Sarà questo il motivo del come mai può permettersi di girare tranquillamente in mezzo alla gente 🤔? Mah…

Claudio riporta le seguenti fotografie che ritraggono ampie manifestazioni a favore di Assad “in rifiuto alle aggressioni americani“, senza specificare una data facendo pensare che siano odierne in seguito ai fatti recenti. Si domanda, dunque, come mai non vengono raccontate “in occidente“, ma con un semplice controllo riscontro che già circolavano nel 2017 e sono state riproposte nel 2018 da diversi siti:

Questo slideshow richiede JavaScript.

La prima foto, che ritrae una lunga strada affollata con una gigantesca bandiera siriana nella capitale siriana, la troviamo pubblicata in una galleria immagini del 2011 da Vanity Fair (l’immagine è la numero 12):

Una lunghissima bandiera siriana viene esposta durante una manifestazione pacifica Reuters/Contrasto/Sana/Handout

La stessa foto venne pubblicata nel sito della BBC in un articolo del 2011:

Although the major cities of Damascus and Aleppo have seen pockets of unrest and some protests, it has not been widespread – due partly to a heavy security presence. There have been rallies in the capital – one with an enormous Syrian flag – in support of President Assad, who still receives the backing of many in Syria’s middle class, business elite and minority groups.

La terza foto la vediamo pubblicata in un blog nel 2013, tuttavia è strettamente collegata alla foto del 2011 precedentemente trattata e che rivediamo anche in un video del 2011 pubblicato dalla BBC. In un altro articolo del 2011 pubblicato dal DailyMail troviamo un’altra foto relativa alla stessa bandiera:

Descrizione foto: “Demonstration: Thousands of supporters of Syrian President Bashar Assad, carried a gigantic 2,500 yard flag through the streets of Damascus”

La seconda, una piazza affollata con una foto gigante di Assad in un edificio, la troviamo pubblicata da Aljazeera in un articolo del 2011, lo stesso vale per il Nytimes:

Wednesday’s gathering in the centre of Damascus was the biggest pro-Assad demonstration for months [Reuters]

Risulta inutile parlare di “i media non ve lo raccontano“, lo hanno fatto, ma sono passati molti anni da quelle manifestazioni e ritenerle odierne è altamente errato. Inoltre si parla del 2011, anno in cui iniziò il conflitto interno.

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.