BUFALA Bimba ritrovata in un campo Rom in Grecia: fate girare la foto per avvertire i genitori

MIA17 Nomination
Quest'anno risulto tra i candidati al premio Macchianera 2018. Per votare dovete lasciare la vostra preferenza ad almeno 10 categorie.

Ci risiamo. Avete presente AttivoTV? Ecco che il 3 aprile 2018 pubblica l’ennesimo articolo che vi prende in giro per la gioia del proprio portafoglio:

ATTENZIONE – IMPORTANTE IL NOSTRO AIUTO – FATELO GIRARE

Oltre 19 mila condivisioni per il post Facebook che riporta l’articolo intitolato “Bimba ritrovata in un campo Rom in Grecia: fate girare la foto per avvertire i genitori“, ma la storia risale al 2013 e la bambina era figlia degli stessi Rom accusati di averla rapita:

Sasha e Atanas Rusev sono i genitori di Maria, la bambina bionda trovata in un campo rom in Grecia qualche giorno fa. Il test del dna ha confermato quanto detto ieri dalla coppia: è loro figlia. I risultati sono stati divulgati dal ministero dell’Interno bulgaro. Trova dunque conferma anche il racconto della coppia rom greca a cui era stata sottratta la bambina. I due avevano raccontato che Maria gli era stata affidata dai Rusev perchè questi ultimi vivevano una grave situazione economica. Nessuno però gli aveva creduto e la polizia gli ha sottratto la bambina, divulgando a mezzo stampa la foto della piccola. Migliaia le segnalazioni arrivate da famiglie che vedevano in Maria la propria figlia.

Inutile che condividiate indignati, inutile che vi strappiate le vesti e vi sfoghiate come dei pazzi su Facebook! Il gestore del sito AttivoTV non è uno stupido, sa bene quello che fa e sa cosa pubblicare per destare il vostro interesse. Sta a voi scegliere cosa fare e continuare o meno a seguire certe pagine e siti.

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.