BUFALA Il piatto di spaghetti usato come posacenere dagli immigrati nel centro rifugiati

Dal 23 gennaio 2018 il mio blog non ha più banner pubblicitari e viene sostenuto dalle vostre donazioni che potete inviare qui: https://www.paypal.me/DavidPuenteit

Il 23 novembre 2017 la pagina Facebook “Buona E Sincera,ma Quando Serve Bastarda” pubblica la seguente immagine commentandola così:

Commentate voi. Quelli che dicono che sono una risorsa, mentre 7 milioni di italiani vivono sotto la soglia di povertà

L’immagine condivisa raffigura un piatto di pasta usato come posacenere, ecco il testo che presenta qualche piccolo particolare:

Ecco cosa combinano gli immigrati al centro rifugiati, usano la nostra pasta come posacenere!!!!

Insultano gli italiani con questo ignobile gesto!!! Bisogna farlo sapere a tutti, kondividi se sei indigniato!!!11!

Capisco che ci siano utenti incapaci di scrivere decentemente l’italiano, ma l’admin della pagina doveva fare attenzione leggendo l’oscenità della “k” nel “condividi” e gli “uno” insieme ai punti esclamativi, elementi che bastano per far suonare un campanello d’allarme chiamato “TROLLAGGIO“.

La stessa foto la troviamo nel sito Darwinite-blog.com pubblicata nel 2016, così come pubblicata il 4 dicembre 2016 dall’account Twitter “Mehdi” e a novembre nel sito Pictame.com:

love ❤️when my girl makes me space fetty🙌🏽💯👍🏽👌🏽 drone slap la queef💯👅😂

Il post ha superato le 9 mila condivisioni e si appresta a superare la soglia dei 10 mila, ma vediamo qualche reazione (1,2,3,4):

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pensate che un utente, quindi non una pagina Facebook seguitissima da centinaia di migliaia di fan, il 26 gennaio 2017 aveva pubblicato la stessa immagine ottenendo oltre 49 mila condivisioni:

Il post di Maria del gennaio 2017

Recentemente, a superare le 25 mila condivisioni Facebook è stato il post del 19 novembre 2017 di Giuseppe:

Il post più recente di un utente con numerose condivisioni

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.