La foto bufala dei presunti bordelli di Belgrado che offrono sesso con animali

In questi giorni circolano alcune foto su un presunto bordello a Belgrado dove offrirebbero sesso con i cani:

Viaggi per soli zoofili nei bordelli di Belgrado. L’ultimo orrore del turismo sessuale.

La condivisione sopra riportata riguarda un articolo del sito Azstarbene.it dal titolo “Orrore in Serbia: bordelli di Belgrado offrono sesso con animali” dove leggiamo:

Un gruppo di animalisti lancia l’allarme. E’ l’ultima frontiera dell’orrore: sesso con animali per sole 60 sterline. I turisti arrivano da diversi Paesi stranieri, in particolare dalla Germania, Inghilterra e Olanda.
I dettagli che emergono da un recente rapporto dell’associazione animalista #Leviathan sono inquetanti. Il vertice di riferimento per alcuni dei più orrendi cimini sugli #Animali si troverebbe nel cuore d’Europa, precisamente a Belgrado, capitale della Serbia, che sarebbe la meta privilegiata di #turisti #sessuali la cui principale perversione è consumare rapporti con gli animali. Sesso con cani nei bordelli, per 60 sterline.

Uno scenario di criminalità e perversione di capre, pecore, asini, mucche, cani, gatti e oche.

Sarebbe questo l’elenco delle creature “in vendita” al miglior offerente nel mercato a luci rosse di Belgrado, in cui un intenso traffico si articolerebbe in ingresso da mezza Europa e oltre.

Il gruppo animalista Leviathan esiste, ecco infatti il loro post Facebook del 16 settembre dove pubblicano la foto utilizzata anche nell’articolo di Azstarbene.it:

!!!!WARNING-UPOZORENJE!!!! extreme photos – ekstremne fotografije.
Dobili smo informaciju da se ovakvi bordeli sa psima nalaze i u Beogradu. Ovakva vrsta dekadencije društva i trendova sa zapada mora da se zaustavi. Nudimo početnu nagradu od 1000 eura ko nas dovede do jednog ovakvog mesta, ili nam da informaciju gde se ovakvi ljudi skupljaju.
Ovo prevazilazi zakon, sledeće što očekujemo je da postane normalna i pedofilija i silovanja i ne znamo više ni sami šta bolesnicima može da padne na pamet. Mi svi zajedno kao društvo moramo da kažemo JASNO NE ovakvom otrovu koji nam se plasira.
Inače ove i jos neke gadnije slike se vrte po “duhovitim” srpskim portalima. Ovo ne da nije smešno nego je toliko degradirajuće, mizerno i bolesno da je nas sve u kompletu sramota cele ljudske rase.
Levijatan.

Ecco altre foto fornite dalla pagina Facebook:

Le altre foto a disposizione dei gestori della pagina

Il post Facebook avverte sulla pubblicazione delle foto “estreme“, oltre ad offrire una ricompensa di 1000 euro a chi porterà il gruppo al bordello o fornirà informazioni (che evidentemente non trovano loro stessi), peccato che la foto non sia nemmeno stata scattata in Serbia. Vennero pubblicate sul social network cinese Weibo (il sito sotto riportato è un “raccoglitore” o “archivio” utile per l’occasione, siccome il vero account è scomparso dal social network):

La pubblicazione dell’utente cinese su Weibo

Ecco la foto con le scarpe con i tacchi:

Le stesse scarpe.

Nel sito Sdaidefeng.com si parla di uno scherzo nei confronti del cane da parte dei loro padroni, ma niente di più.

Insomma, da una parte abbiamo delle foto che non hanno nulla a che fare con un presunto bordello a Belgrado dove si pratica la zooerastia, dall’altra una pagina Facebook che lancia la denuncia senza avere alcun indirizzo o prova che esista veramente questo posto.

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall’età di 7 anni. Laureato presso l’Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.

REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.