I commenti disumani sul disastro di piazza San Carlo a Torino

Cosa vuol dire disumano? È presto detto:

disumano /dizu’mano/ agg. [der. di umano, col pref. dis-¹]. – 1. [che non ha pietà] ≈ crudele, efferato, feroce, inumano, spietato.

Ora che sapete a cosa mi riferisco posso parlarvi dei peggiori interventi social in merito al disastro avvenuto a piazza San Carlo a Torino.

È stata una bravata“, così avrebbero sostenuto i ragazzi identificati come i protagonisti dell’accaduto. Uno di loro, a torso nudo e con uno zainetto a tracolla, dopo il terzo goal del Real Madrid aveva alzato improvvisamente le braccia scatenando il panico tra la folla che disperdendosi aveva creato un vuoto intorno a lui. Secondo le testimonianze uno dei ragazzi avrebbe urlatoè un attentato“:

C’è un ragazzo a petto nudo con uno zaino nero sulle spalle. Intorno a lui si crea il vuoto, la gente corre in avanti, corre dappertutto tranne che verso di lui. Il ragazzo alza le mani, potrebbe sembrare la posa di un kamikaze o invece il tentativo di voler fermare l’onda, quasi a voler dire non è quello che credete, non abbiamo fatto niente. Le testimonianze riferiscono che il suo amico avrebbe accompagnato un suo gesto, un suono, con l’urlo «è un attentato». I due giovani sono entrambi lombardi, uno di loro ha una segnalazione per tafferugli da curva. Sono stati riconosciuti da un filmato. Sono entrati in questura alle 14. Ne sono usciti dopo dieci ore di testimonianza confusa, a volte contraddittoria, dove si sono spinti ad ammettere che c’è stato un momento «di confusione» dove qualcuno, comunque non loro, «avrebbe fatto una stupidata».

Questo secondo quanto sostenuto dalla stampa, per la quale c’è il sostegno del video sopra riportato, ma fatto sta che al momento i ragazzi sono stati rilasciati e su di loro non vi sono accuse ufficiali contro di loro da parte delle forze dell’ordine. Infatti, il procuratore capo Armando Spataro mette le mani avanti su eventuali colpevoli:

Al momento il fascicolo aperto dalla procura torinese è contro ignoti, e non ha ipotesi di reato, come confermato dallo stesso procuratore capo Armando Spataro. «Al momento – afferma – stiamo cercando di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti».

[Aggiornamento] Cadono le accuse contro il ragazzo a torso nudo con lo zaino

Ciò che possiamo vedere e constatare realmente sono le reazioni degli utenti online. Tralasciamo il caso Airola e il complotto mediatico contro l’amministrazione torinese (con post polemico cancellato), ciò che ho trovato online attraverso Facebook e Twitter è veramente disumano.

Iniziamo con questo tweet di Alessandro:

Speriamo che quando piove a Torino non faccia nessun tuono, altrimenti ci scappano 1500 poveri cristi calpestati da uomini di merda in fuga.

Passiamo ora a questo post Facebook e le relative risposte:

A: “Quando dico che siete una manica di capre ignoranti, lo dico sempre con la speranza di sbagliarmi, ma come sempre non mi smentite mai. Statevene a casa se non sapete vivere.”

B: “quindi che staresti criticando?”

A: “Tutte le merde che scappano di fronte ad un pericolo inesistente, ed ovviamente i coglioni che hanno creato un allarme”

Insomma, ci troviamo di fronte a persone che dalla sicurezza di casa propria e dietro ad uno schermo si permettono di denigrare le persone che sono state prese dal panico e sommerse dalla paura che ha scatenato in molti l’istinto di sopravvivenza.

Arriviamo al post di Sky Tg24 del 3 giugno alle ore 23:25 dove vediamo altro:

Ga Mat: “So talmente strunz che si fanno fuori tra loro…”

Pietro: “Ke peccato… Falso allarme….”

Franco: “Fuga per la vittoria…”

Napolyone: “campioni, ma nel farsi male da soli…”

Luca: “E’ meglio che non le fate le finali…vi siete scambiati per strisce pedonali”

Mario: “Idioti juventini che non sanno perdere e creando scompiglio in piazza imparate anche a perdere Non si può vincere sempre”

Samuele: “Io li lascerei fare certi idioti, almeno domani ne avremo qualcuno in meno”

In che società civile volete vivere?

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.