Il sito dell’Ansa mostra annunci ingannevoli sul cellulare? Facciamo chiarezza

Tra i tweet che mi son stati segnalati c’è quello di Ruggio81 che segnala la presenza di annunci ingannevoli sul sito dell’Ansa in versione mobile:

annunci-ingannevoli-ansa

@disinformatico Ti confermo che @ansa_it mostra annunci ingannevoli sul cellulare.

Non mi è nuovo questo problema, lo avevo già riscontrato in passato in diversi siti che al loro interno contenevano banner Adsense. Si tratta di un messaggio di allarme che varia a seconda delle occasioni (“Il sistema è fortemente danneggiato da quattro virus“, “Attenzione: Qualcosa non va qui!“) che rimanda a siti come “Freemobiapp.pw”, “gpfree0002.pw”, “click.ilovemobiletrack.com” e vua dicendo. Nel caso dell’avviso segnalato da Ruggio si viene reindirizzati al sito Senzavirus.com, dal Whois oscurato e situato in un server americano.

L'esempio riportato da Ruggio81
L’esempio riportato da Ruggio81

 

Nel 2015 vi fu una lunga discussione sul sito Community.imgur.com a proposito di questo problema:

esempio-estero

I’m getting real sick of these issues. Also, anyone who knows me knows that I don’t watch porn or visit adult sites. Sooo… Not possible for this bullshit to be true..

LG g3 on chrome on home wifi

Nel forum Productforums.google.com si poneva l’attenzione sui banner Adsense e del codice dannoso al suo interno.

Dovete evitare del tutto i consigli presenti nel falso messaggio di errore. L’obiettivo di questo stratagemma è di farvi installare un’applicazione con la scusa che vi proteggerà da eventuali errori e minacce, ma a quel punto scatta la fregatura. Nel caso da me riscontrato una volta proseguita la navigazione mi sono imbattuto nello store “Play” di Google direttamente nella pagina dell’applicazione DU Cleaner (Boost&Clear Cache) della Duapps.com (sito di proprietà della società cinese Baidu Online Network Technology (Beijing) Co.,Ltd.) che però è stata segnalata come truffa da alcuni utenti che si son visti sottrarre soldi dal proprio conto telefonico:

virus

Avv. Giovanni: “Virus Questa app ha un virus che prende soldi dal cellulare”

Non dovreste prendervela con il sito dell’Ansa. È un problema che, purtroppo, non è stato ancora risolto.

La soluzione al problema

All’epoca ero riuscito a risolvere il problema in due modi (con due cellulari diversi).

Ecco il primo sistema:

  • non continuate la navigazione;
  • non scaricate l’applicazione suggerita;
  • uscite dal browser e chiudetelo del tutto (potete effettuare la chiusura forzata a seconda del vostro dispositivo);
  • nel caso cadiate nella disperazione spegnete e riaccendete il cellulare.

Un altro sistema potrebbe essere il seguente:

  • disattivate la connessione wi-fi e dati;
  • accedete alle impostazioni del vostro browser e selezionate la voce “privacy“;
  • a seconda del browser selezionate le opzioni “cancella dati di navigazione” o “elimina dati personali“;
  • selezionate la cancellazione dei cookie, della cache e della cronologia;
  • avviate la cancellazione dei dati.

State sereni, finché non scaricate l’applicazione non siete in pericolo.

 

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.