Torna la bufala delle 500 mila schede elettorali precompilate con il simbolo del PD

MIA17 Nomination
Quest'anno risulto tra i candidati al premio Macchianera 2018. Per votare dovete lasciare la vostra preferenza ad almeno 10 categorie.

Rompiamo il silenzio… perché come al solito qualche farabutto torna a fare danni con la bufala delle 500 mila schede elettorali precompilate con il simbolo del PD. A far danni questa volta è il sito LLFatto.it con il titolo “Sicilia: trovate 500 mila schede precompilate con il simbolo del PD. Ne verranno stampate di nuove“:

In Sicilia sono state trovate 500 mila schede elettorali per le elezioni politiche che si terranno nella giornata di domani 4 marzo, già precompilate con il simbolo del PD. Il plico e’ stato trovato nei pressi di Via Europa,a Palermo un altro plico invece è stato rinvenuto a Messina, nei pressi del liceo Maurolico, ancora molti dubbi sulla provenienza delle schede, le autorità stanno facendo il possibile per capire chi le ha lasciate lì, e a cosa sarebbero dovute servire. Di certo c’è che da quelle parti non si fa mistero su chi sia il partito che i poteri forti vogliono al governo. Shock ed incredulita tra tutti i candidati e i cittadini Siciliani, per il ritrovamento accertato dalla sezione Polizia elettorale.
Sono state infatti trovate ben 500 MILA schede elettorali compilate con il simbolo del PD già sbarrato, le schede erano talmente tante che per contarle sono intervenuti diversi impiegati dell’ufficio elettorale. A trovare le schede è stato Marcello, un operaio di 44 anni che si stava recando a casa dopo la sua giornata di lavoro nella città di Palermo, a Messina invece sono state le forze dell’ordine a rinvenire il plico.
Ci racconta Marcello “quasi non ci credo, stavo rientrando a casa quando ho visto li per terra un pacco trasparente pieno di schede elettorali, credevo fossero state smarrite e andassero consegnate alle varie sezioni per le operazioni di voto di domani così ho chiamato i vigili per comunicarlo, ma mentre li aspettavo ho dato una sbirciatina e ho visto che le schede erano già tutte segnate con il SIMBOLO DEL PD già sengato, è uno schifo, la Sicilia non cambierà mai”
Il magistrato si incarichera’ delle indagini inerenti a questo ritrovamento. Intanto gli inquirenti sospettano che potrebbero esserci altri ritrovamenti e quindi invitano la popolazione a segnalare atti sospetti che potrebbero inquinare il risultato di queste votazioni.

Il titolo non è stupido, perché proprio mentre si parla dei problemi riguardanti le schede elettorali durante il voto di oggi (“Elezioni, Prefettura Palermo: schede ristampate tutte distribuite“). Inoltre bello anche il caso di titoli con 500 mila parlermitani a votare.

Bene, dal Whois del sito compare il seguente nome:

Domain: llfatto.it
Status: ok
Created: 2017-11-02 19:25:44
Last Update: 2017-11-02 19:52:11
Expire Date: 2018-11-02

Registrant
Organization: Giovanni Fornaro

Tanti auguri, così come tanti auguri a Matteo Dall’Osso per aver condiviso su Twitter la bufala sottolineando il titolo del falso “Il Fatto” e taggando altri suoi colleghi:

SICILIA: TROVATE 500 MILA SCHEDE PRECOMPILATE CON IL SIMBOLO DEL PD. NE VERRANNO STAMPATE DI NUOVE.
https://goo.gl/vBVJJe

I tag del tweet

Del resto se crede a Manuela Palombi (il link che ha messo nel suo messaggio rimanda al suo tweet) è sinonimo di garanzia assoluta:

#Sicilia-trovate-500-mila-schede-precompilate-simbolo-del-pd-ne-verranno-stampate-nuove/

Ah, mi spiega il politico come mai ha taggato @AnnaxNar?

I tag

Curioso!

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.