Blondet, Marcianò, Mandarà e Bartolomeo Pepe “scoprono” la foto falsa della morte di Bin Laden. In leggero ritardo.

Il 4 agosto 2017 Maurizio Blondet pubblica un articolo sul suo blog dal titolo “La foto di Bin Laden Morto? Tratte da ‘Black Hawk Down’ di Ridley Scott“:

2 maggio 2011, il presidente Obama annuncia l’uccisione di Bin Laden da parte di un commando americano ad Abbotabad, Pakistan. A tutta prima si rifiuta di diffondere le foto, perché particolarmente atroci. Tre giorni dopo, la Casa Bianca emana la foto.

Ora una rivista francese di divulgazione scientifica racconta la verità.

L’originale dal film di Ridley Scott

L’articolo che spiega la manipolazione digitale. A proposito di bufale, vero, o presidenta Boldrini?

A fare da megafono ci pensano Salvo Mandarà (con un post il 5 agosto 2017 alle 9:40) seguito a ruota dal Senatore della Repubblica Bartolomeo Pepe (il 5 agosto alle 11:07) ed infine da Rosario Marcianò (il 5 agosto alle ore 11:08).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Leggiamo il commento di Salvo Mandarà:

Nessuno con un minimo di spirito di osservazione si era mai bevuto la storiella di Bin Laden morto per mano di mercenari americani. Per quanto ne so, Bin Laden potrebbe non essere mai esistito o essere ancora vivo e magari partecipare a qualche banchetto con la Clinton o Obama e oggi Trump!
Ma oggi Maurizio Blondet ha diffuso una notizia che toglie ogni dubbio sul fatto che sulla morte di Bin Laden Obama & Friends abbiano tentato di prenderci per il culo!
Come sempre il cinema americano torna utile in ogni circostanza!

Che si fidino di Blondet è evidente, che lui si sia affidato ad una rivista francese è chiaro. L’autore dell’articolo dice “ora“, ma in che senso? Adesso? Oggi? In questi giorni? Nel 2017? Qualcuno ha notato la data di pubblicazione dell’articolo in francese riportato nell’immagine dallo stesso Blondet? Eccola in basso a sinistra:

“Sciences et Avenir – September 2011”

Già, un articolo pubblicato nel mese di settembre 2011, circa 6 anni fa. Una scoperta in ritardo? In Italia non se ne era parlato? Per tutti questi anni nessuno si era reso conto della fake news?

Blondet dice che il 2 maggio 2011 “il presidente Obama annuncia l’uccisione di Bin Laden” e tre giorni dopo la Casa Bianca diffonde l’immagine. Davvero tre giorni dopo? Sul sito di SkyTG24 ne avevano parlato già il 3 maggio 2011, qualche mese prima rispetto alla rivista citata da Blondet e prima della presunta diffusione da parte della Casa Bianca, con l’articolo “Bin Laden morto, spunta un’altra foto falsa” riprendendo a sua volta da Vanity Fair e l’articolo “Bin Laden morto: la nuova foto è falsa“:

L’immagine che mostrerebbe il leader del terrore morto, che sta facendo il giro del mondo, è un falso. Abbiamo scoperto che è stata «photoshoppata» dal film Black Hawk Down

L’argomento venne trattato anche da Paolo Attivissimo con l’articolo “Osama, nuova foto, nuovo fake [UPD 22:25]” del 3 maggio 2011:

L’articolo di Paolo Attivisismo del 2011

Complimenti a Stefano che ha commentato nel post di Salvo Mandarà con l’articolo di Paolo Attivissimo:

Stefano:Salvo Mandarà non si tratta di una foto rilasciata dal governo americano ma di un semplice fake smascherato già da 6 anni.

Salvo Mandarà:Ah ah ah…ma hai visto il sito che hai linkato? Attivissimo!!!! Ah ah ah. Ma per favore. Vai a trollare da un’altra parte.

Stefano:Hai letto la data?

Salvo Mandarà:No ho letto Attivissimo e ciò mi basta. Dai smettila.

Per concludere, il 5 maggio 2011 se ne occupò Snopes che spiega come mai non venne nemmeno diffusa dalla Casa Bianca:

Those seeking to view them were disappointed, however, when the White House soon announced that no such images would be released. But pranksters quickly filled the void, turning out digitally fabricated pictures purporting to show what the viewing audience wanted to see.

Sulla pubblicazione aveva già raccontato anche Il Fatto Quotidiano il 4 maggio 2011:

Non verranno pubblicate le foto di Osama bin Laden. Lo ha detto il presidente Usa Barack Obama alla Cbs : sono così raccapriccianti che potrebbero “mettere a rischio la sicurezza nazionale” incitando ancora di più gli estremisti alla vendetta.

Siamo nel 2017, qualcuno vuole dare merito a qualcun altro di scoprire cose e “verità nascoste” già svelate nel 2011? Se è questo il modo in cui vogliono dimostrare qualcosa “l’NWO può stare tranquillo“.

Vedrete mai questa notizia nei TG di regime? No, evidentemente.” dice Marcianò nel suo post, “A proposito di bufale, vero, o presidenta Boldrini?” scrive Blondet alla fine del suo articolo. Le stanno dando ragione grazie a certe uscite.

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.