I fake bot “IS” – I disabili e Matteo Salvini

MIA17 Nomination
Quest'anno risulto tra i candidati al premio Macchianera 2018. Per votare dovete lasciare la vostra preferenza ad almeno 10 categorie.

Questo articolo seque quello pubblicato il 29 dicembre dal titolo “I fake bot sulle casette del terremoto sono tutti collegati e porterebbero a Roma“.

Il 24 novembre 2014 l’utente “BladeRoller” pubblica il seguente tweet:

Salvini: “Governo schifoso: soldi tolti a disabili per gli immigrati” Io non cammino, ma mica farei cambio con le condizioni di un immigrato

“BladeRoller” pubblica molti tweet sul tema dei disabili e nella sua descrizione riporta il blog “Ironicamentediversi.blogspot.it” (“Punti di vista diversamente abili su un mondo di normodotati, barriere architettoniche e barriere mentali“) ed è facile intuire che quando scrive “io non cammino” parli in prima persona. Dal 2015 (fonte) in poi lo stesso messaggio viene riportato da diversi account Twitter come:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Effettuando lo stesso controllo svolto per i “fake bot” riguardo le casette dei terremotati ecco che riscontro la stessa email associata “IS“:

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Foto dei profili

Mi è stato chiesto se qualche account usava foto di cittadini italiani senza il loro permesso. Vediamo, l’uomo nella foto dell’account “Gino Poteri” vi informo che è la stessa foto presente nel sito dell’Università Politecnica delle Marche nel profilo del prof. Mauro Gallegati, docente di Economia politica:

Il profilo del prof. Gallegati con la foto usata per l’account “Gino”

L’account “Enzo Rigoni” usa la foto dello scrittore Mauro Covacich:

La foto di Mauro Covacich su Formiche.net

 

David Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi almeno a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. I maleducati (soprattutto se anonimi) verranno bloccati. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016 - Aggiornato 26 agosto 2017.