Il Blog di David Puente

Una rete di siti albanesi avvelena il web italiano

Prima di partire per i due eventi in cui ero stato invitato nel fine settimana, prima a Brescia e poi a Cesena, avevo pubblicato un articolo dove raccontavo il ritorno di una vecchia bufala e di alcuni siti internet registrati da un gruppo di albanesi.

La ricerca è partita da una bufala pubblicata dal sito Tutto24.info, intestato a Kristjan Prenga di Lezhe (Albania), per poi arrivare al dominio Ilmondoit.info, intestato a Flogert Gjegja di Lezhe (Albania). Quest’ultimo dominio e i dati di registrazione ci portano ad una rete di siti internet molto più grande, alcuni di essi già attivi e altri “dormienti“.

I domini registrati a nome di Flogert Gjegja risultano essere i seguenti:

Alcuni di essi sono presenti online da diversi anni, come possiamo notare in qualche condivisione Facebook del 2015:

Scoperto tunnel lungo 3 chilometri che unisce la Sicilia e la Calabria!

In uno di questi, Globooggi.info, venne riportata la stessa bufala storica pubblicata da Senzacensura.eu e Tutto24.info:

Immigrato violenta bambina di 7 anni! IL padre gli taglia le palle e gliele fa ingoiare! (FOTO) – GLOBO OGGI

Ecco alcuni dei contenuti presenti nei siti internet citati:

Come possiamo vedere dagli esempi riportati negli screenshot, i siti contengono pubblicazioni relative a teorie di complotto e propaganda politica, argomenti utili per attirare una fetta dell’utenza desiderosa di certi contenuti e utili per monetizzare attraverso i banner pubblicitari.

La pagina Facebook che condivide gli articoli di questi siti è “La mia Italia” che punta chiaramente a contenuti che sfruttano l’indignazione e la rabbia degli utenti, soprattutto quelli che nutrono in seguito alla diffusione di determinati contenuti un certo nazionalismo:

“Italiano disperato, ma con dignità. Guardate e condividete, se qualcuno può aiutare Pietro ci invii un messaggio!”

Dalle condivisioni della pagina Facebook notiamo altri domini, come Daily-screen.com, Daily-best.com e Linkdaybyday.com.

Dobbiamo stare attenti, le prossime elezioni saranno caratterizzate da contenuti basati sul terrore e le fake news. È necessario riconoscere i siti costruiti ad arte per ingannare l’utenza italiana e alterare la loro percezione della realtà, anche per eventuali fini politici oltre che monetari.

AGGIORNAMENTO 27 novembre 2017

Con la bufala della Kyenge e dei mercatini di Natale si aggiunge un altro sito, Mondo365.com (con la stessa grafica di Linkdaybyday), registrato a nome Shkelqim Beqiri:


Name:Shkelqim Beqiri
Organization:www.tuttoinweb.com