TRUFFA Whatsapp e l’applicazione per le chiamate gratuite

truffa-whatsapp-chiamate-gratis

Già nel 2015 circolava una truffa relativa alla nota applicazione di messaggistica Whatsapp che prometteva chiamate gratuite:

Sfruttando proprio la frenesia che molti utenti hanno di toccare con mano fin da subito le nuove funzionalità, il sito Whatsapp-chiamate.com promette di anticipare il rilascio delle chiamate, a patto che si mandino 10 inviti ai propri contatti, rigorosamente via Whatsapp.

“Congratulazioni! Sei stato invitato a provare WhatsApp Chiamate Invita 10 amici per attivare le chiamate gratuite di WhatsApp!”

Questo è il messaggio che viene ricevuto dal malcapitato, invitato poi a visitare il sito in questione che si presenta con una veste grafica che ricorda proprio Whatsapp: stessi colori, stesso sfondo, logo ufficiale e via dicendo.

A supporto di tutto c’è anche un video che mostra in azione le chiamate. Lo trovate in apertura del post: è un semplice video preso da Youtube che mostra la nuova funzionalità in azione, basta una ricerca su YouTube trovarne decine. Al netto di questo, il sito contiene due link che gli utenti sono invitati a cliccare, uno che inoltra su WhatsApp il messaggio in questione, il secondo è quello che dovrebbe portarci all’attivazione della nuova funzionalità.

Se fino a questo momento non avete capito che si tratta di una truffa, i passaggi successivi dovrebbero fugare ogni dubbio anche di chi si affaccia per la prima volta al mondo degli smartphone, di internet e della tecnologia più in generale.

truffa-chiamate-whatsapp-2015

Siamo alle solite, dove canali non ufficiali dell’applicazione (fatti apposta per trarre in inganno) sfruttarono le sue recenti novità. Tuttavia, nel corso del tempo, compaiono nuove versioni come questa citata dalla pagina Facebook della Polizia Postale “Una vita da Social”:

truffa-chiamate-whatsapp-2016

#OCCHIOALLATRUFFA:La segnalazione di oggi riguarda una email che sta arrivando nelle caselle di posta elettronica di tanti utenti iscritti al servizio #whatsapp. L’inganno sta nel fatto che il messaggio contiene una finta comunicazione audio, ma cliccandoci sopra ci ritroveremo immediatamente il proprio dispositivo Android o iOS esposto a potenziali attacchi da parte di malintenzionati.La mail promette l’attivazione gratuita per sempre dell’applicazione.Vi ricordiamo che #whatsapp è già gratis per tutti,e non c’è bisogno di scaricare app,o inserire dati personali.

Insomma, la truffa si è evoluta e siamo passati ad una finta applicazione che “vi promette cose” (detto in maniera simpatica). Come per le truffe dei falsi siti Ray-Ban e falsi siti Pandora, state attenti e affidatevi solo alle comunicazioni dai canali ufficiali.

David Tyto Puente

Nato a Merida (Venezuela), vive in Italia dall'età di 7 anni. Laureato presso l'Università degli Studi di Udine, opera nel campo della comunicazione e della programmazione web.
REGOLAMENTO DELLA DISCUSSIONE
Non sono consentiti:
- messaggi off-topic (tradotto: non inerenti al tema trattato)
- messaggi anonimi (registratevi a Disqus)
- messaggi pubblicitari o riportanti link truffaldini (verranno sempre moderati i commenti contenenti link esterni)
- messaggi offensivi o contenenti turpiloquio
- messaggi razzisti o sessisti
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
Se vuoi discutere in maniera costruttiva ed educata sei il benvenuto, mentre maleducati, fanatici ed esaltati sono cortesemente invitati a commentare altrove.
Comunque il proprietario di questo blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi che violeranno queste semplici regole. In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Regolamento in vigore dal 5 settembre 2016.